Skip to content

Perché ESTA è richiesto dalle autorità americane?

Attualmente sono in vigore diverse misure per garantire e accelerare il processo di sicurezza per i viaggiatori verso gli Stati Uniti nell’ambito del Visa Waiver Program (VWP). Infatti, i cittadini provenienti dai paesi ammissibili continuano a viaggiare negli USA senza bisogno del visto. Tuttavia, loro dovranno ottenere l’autorizzazione ESTA prima della partenza.

La genesi dell’autorizzazione online

Il Department of Homeland Security (DHS), che vigilia la frontiera e la dogana americana, nonché i servizi di immigrazione, ha dato la possibilità al viaggiatore di compilare la richiesta di autorizzazione al viaggio online. Quando tutte le informazioni saranno state completate ed i dettagli sul viaggio inoltrati, questi dati saranno analizzati al fine di decidere se il richiedente potrà beneficiare dell’autorizzazione di viaggio.

Una volta rilasciata, l’ESTA è abbinata al numero del tuo passaporto. Successivamente, la tua compagnia aerea verificherà in automatico che tu abbi un’autorizzazione di viaggio. Altrimenti non riuscirai ad imbarcarti.

Conoscere l’ESTA

Tutti i passeggeri che viaggiano verso gli Stati Uniti d’America nell’ambito del programma di esenzione del visto (Visa Waiver Program) dovranno richiedere un’autorizzazione di viaggio ESTA. Questo programma permette ai cittadini di un numero selezionato di paesi di recarsi negli Stati Uniti senza bisogno di chiedere un visto. Allo stesso tempo, il programma verifica l’eleggibilità del viaggiatore a recarsi negli Stati Uniti ai termini di tale programma.

Attiva dal 2008, ESTA è l’abbreviazione in inglese di Electronic System for Travel Authorization (sistema elettronico per l’autorizzazione al viaggio). Come già riferito, chi gestisce il Visa Waiver e quindi l’ESTA è il DHS. Dunque, da allora, l’autorizzazione ha mandato in pensione l’uso del vecchio formulario verde I-94W.

Un altro vantaggio: puoi ottenere l’autorizzazione online molto più velocemente di un visto. Infatti, non serve andare all’ambasciata americana più vicina. Invece, potrai ottenere la tua ESTA comodamente nel giro di pochi minuti, su internet!

Una volta che tutte le informazioni siano compilate e i dettagli del viaggio inviati, saranno analizzati dal sistema APIS (Advanced Passenger Information System). La risposta sulla domanda arriverà entro 72 ore. Solitamente, ci vogliono pochissimi minuti.

La sua validità è di due anni e permette di effettuare viaggi multipli negli USA. Occhio però al limite di novanta giorni per ciascun viaggio, a meno che il passaporto non scada prima.

Per essere valido il documento deve naturalmente essere contrassegnato come “autorizzazione approvata”.

ESTA: sinonimo di comodità e sicurezza

L’autorizzazione di viaggio ESTA è quindi al tempo stesso un sistema che facilita il tuo ingresso negli USA senza bisogno di recarvi presso ambasciata o consolato. Nella stessa direzione, l’ESTA è anche un sistema volto a verificare che il passeggero in possesso dei requisiti previsti dal Visa Waiver Program.

Inoltre, all’interno del modulo sono presenti delle domande con lo scopo di verificare che non stai viaggiando negli Stati Uniti per cercare un lavoro. Non solo, cerca di sapere se tu hai i mezzi economici per mantenerti durante tutto il periodo del tuo soggiorno.

Altre domande del modulo sono riguardano l’accertamento di eventuali precedenti penali. A proposito, chi ha precedenti penali gravi non può viaggiare negli Stati Uniti mediante l’autorizzazione di viaggio. L’elenco delle domande prosegue con le informazioni che verranno effettivamente verificate, sulla base dei dati in possesso delle autorità sul tuo conto, in fase di richiesta della domanda: ad es. se soffri di una malattia contagiosa, se sei anche cittadino di uno dei paesi della black list, il che potrebbe impedirti di ottenere l’autorizzazione di viaggio ESTA.

Ovviamente lo scopo di queste verifiche è determinare che la tua visita non ponga alcuna minaccia di sicurezza per gli USA. Punta a garantire che sarai in grado di rispettare i termini del programma una volta arrivato negli Stati Uniti, ovvero che non ti tratterrai oltre il tempo concesso e che non cercherai un lavoro. In tali casi è necessario chiedere un visto d’immigrazione.

Ricordati che il rispetto di questi termini contribuisce alla reputazione del tuo paese in quanto membro del programma, dunque la condotta di ciascun viaggiatore conta!

Clicca e guarda questo breve video curato dallo staff di Application ESTA per avere ulteriori informazioni: