In viaggio lungo la Route 66: tappe, percorsi e paesaggi tra mito e avventura

Quasi 4.000 km di una strada che da oltre un secolo rappresenta l’emblema della libertà, della fuga, della scoperta e una delle mete più ambite da viaggiatori selvaggi o turisti incalliti di tutto il mondo. Un mito ineguagliabile, un percorso dove lasciarsi guidare dallo spirito di avventura e dalla voglia di scoprire immensi panorami e angoli di vero paradiso.

Questo e molto altro è la mitica Route 66, un percorso che si articola tra paesaggi che lasciano senza fiato. Un viaggio che parte dalla splendida Chicago, nell’Illinois e giunge fino a Santa Monica, in California, da percorrere in auto o in moto, macinando chilometri di spettacolari contesti naturalistici e urbanistici.

Un’esperienza che coinvolge tutti i sensi, che inebria, esalta ed emoziona chilometro dopo chilometro o meglio, miglio dopo miglio. Un viaggio che completerai sentendoti più ricco di quando lo hai intrapreso.

La Route 66 tra curiosità e miti senza tempo

Il fascino della Route 66 ha saputo da sempre stregare chiunque. Non è un caso infatti che le siano state dedicate tantissime canzoni, libri (come il celeberrimo On The Road di Jack Kerouac); film e molto altro.

Un mito che nel tempo rimane invariato, un simbolo di libertà e avventura da cui è difficile non sentirsi attratti. Ecco alcune curiosità, che non tutti conoscono:

  • è proprio sulla Route 66 che è nato il fast food, con il Red Giant Hamburgs di Springfield, nel Missouri; e il primo McDonald’s a San Bernardino in California;
  • il percorso della Route 66, che conduce dall’Illinois alla California, attraversa ben 3 diversi fusi orari;
  • intraprendere un viaggio lungo la Route 66, il tempo di percorrenza può variare da un minimo di 20 giorni fino a… dipende dalla tua voglia e possibilità di esplorare!

A quando risale e quanto è lunga la Route 66?

Per la Route 66, la mappa riporta un percorso di ben 3.755 km, che attraversano 8 stati, fra cui:

  • l’Illinois
  • il Missouri
  • il Kansas
  • il New Mexico
  • l’Arizona
  • la California

Stati diversi per natura, per geografia, per clima e naturalmente per storia e cultura ma che dal 1926, anno in cui la strada fu aperta, continuano ad offrire grandi emozioni di viaggio, sia che tu decida di percorrere la Route 66 in moto, sia che tu preferisca affrontarla in auto. Quel che è sicuro è che vivere l’avventura di viaggio della Route 66, sarà un percorso che ti riserverà grandi sorprese.

Negli anni questo lungo tratto di strada, che oggi si chiama Historic Route 66, ha rappresentato la realizzazione di grandi sogni, ha ispirato canzoni, film e grandi avventure: difficile non restarne stregati.

Route 66: cosa vedere?

Il viaggio coast to coast della Route 66 è nell’immaginario collettivo il rumore rombante di moto che sfrecciano a tutto gas, i motel americani come li hai sempre visti nei film, le vecchie pompe di benzina e le iconiche stazioni di servizio, con le insegne al neon.

Oltre ogni cosa, la Route 66 rappresenta l’occasione per ammirare bellezze paesaggistiche, per scoprire l’America più da vicino, per sentirsi parte della storia e del mito. Fra i punti di maggiore interesse, ti forniamo alcuni spunti, sia per non rischiare di perderti le tappe più simboliche, sia per scoprire luoghi meno battuti, ma che meritano assolutamente una visita.

Illinois

Non puoi perderti di certo una foto con il cartello che segna l’inizio della strada più famosa del mondo, e che si trova vicino alle sponde del fiume Michigan. La prima tappa della Route 66 è infatti Chicago, il cartello si trova in Adam Street. A seguire una tappa a Joliet, cittadina che ha ispirato il film The Blues Brothers. Da non mancare anche Wilmington, dove si trova il Gemini Giant, una locale celebre in tutto il mondo.

A Dwight invece potrai fare un tuffo nel passato e incrociare la Ambler Becker Texaco Station, una stazione di servizio che risale agli Anni ’30 e iscritta nel registro dei luoghi storici americani:

Anche Odell ospita una vecchia stazione di servizio, la Standard Station, che merita certamente una foto:

Standard Oil Gas Station - Odell ILSempre nell’Illinois potrai attraversare la cittadina di Pontiac, all’interno della quale si trova l’Old Log Cabin Restaurant, un locale storico. A Pontiac trovi anche il museo della Route 66 e i murales che riprendono il logo della mitica strada.

Altra particolare e storica stazione di servizio, la incroci attraversando la cittadina di Bloomington Normal. La sua caratteristica consiste nell’essere ospitata all’interno di un edificio a due piani in stile Tudor.

Per provare il famoso sciroppo d’acero, prodotto dalla famiglia Funk da oltre 2 secoli, è d’obbligo sostare a Shirley. Ma non potrai mancare neanche Atlanta, che ospita un locale risalente al 1934. Seguono Lincoln, Springfield, dove viene celebrato l’ex Presidente Abramo Lincoln; Staunton, Glernarm, Litchfield (in cui è presente un vecchio drive-in ancora in funzione); Mitchell.

Missouri

Il Missouri accoglie i viaggiatori della Route 66 con la città di Saint Louis, con il famoso Gateway Arch, simbolo della città, ma se ami la birra non puoi perderti il Fitz’s American Grill and Bottling Works, dove potrai assistere all’imbottigliamento della birra. Troverai anche mulini a vento e ben tre musei delle auto d’epoca. Il distretto storico di Cherokee Lemp, invece, si caratterizza per i tradizionali edifici in mattoni rossi del 1800.

A seguire, Korwood, che ospita la casa di Frank Lloyd Wright, degli Anni ’50 e il Museo dei Trasporti. Proseguendo e macinando miglia, potrai raggiungere la cittadina di Eureka, con il famoso parco divertimenti di Six Flags Over Mid America. Ripartendo verso ovest, potrai ammirare due caratteristici motel:

  • Gardenway:

Gardenway Motel

 

  • Sunset:

Sunset Motel

Entrambi caratterizzati dalle tipiche insegne al neon, che avrai visto nella maggior parte dei film americani.

Stanton invece ospita l’Antique Toy Museum e il Jesse James Wax Museum, dedicato al famoso omonimo criminale americano. Appena fuori città, potrai sostare alle Meramec Caverns, dove Jesse James amava nascondersi.

Segue la cittadina di Cubam nota per i suoi murales e per ospitare il celeberrimo e storico Wagon Wheel Motel. Prima di lasciare questo Stato, potrai ammirare Waynesville, Lebanon, Springfield, Red Oak, Carthage.

Kansas

Lasciato il Missouri, entrerai nel Kansas dove ad attenderti trovi il famoso carro attrezzi che ha ispirato il cartone animato Cars. A Riverton merita la sosta un negozio con memorabilia della Route 66; mentre a Baxter Springs si combattè un’aspra battaglia durante la Guerra di Secessione.

Coffeyville invece, fu teatro di una ribellione popolare contro la banda di rapinatori Dalton. Prima di lasciare lo stato del Kansas, non puoi mancare la foto del monumento che celebra l’incrocio fra gli Stati del Kansas, dell’Oklahoma e del Missouri.

New Mexico

Il New Mexico offre scenari quasi leggendari e ti darà il benvenuto con le città di Tucumcari; di Santa Rosa, un’oasi ricca di vegetazione con laghetti e possibilità di fare immersioni; Pecos, che ospita il pueblo; Santa Fe, capitale dello Stato e nota per ospitare molti musei dedicati all’arte coloniale indiana e spagnola. Potrai ammirare molti edifici storici e di grande interesse architettonico.

Forse la cittadina più famosa del New Mexico è Albuquerque: cosa vedere? Di certo la sua città vecchia in stile adobe e una chiesa che risale al 1700.

Se sei un appassionato di rettili e serpenti a sonagli, potrai visitare l’American International Rattlesnake Museum, con il maggior numero di serpenti vivi del mondo. Infine Gallup, dove potrai trovare un numero infinito di motel dove poterti rigenerare, prima di ripartire alla volta dell’Arizona.

Arizona

Entrando nello stato dell’Arizona, potrai ammirare il caratteristico WigWam Village Motel, famoso per le camere che riprendono l’architettura dei tepee, le tende dei nativi americani. Poco distante da questa cittadina potrai attraversare la foresta pietrificata (Petrified National Park), dove ti attende uno scenario di incommensurabile bellezza. Non a caso viene definita anche Deserto Dipinto, perché l’impressione a prima vista è proprio quella di trovarsi difronte a un dipinto gigantesco.

A Joseph City, invece, trovi il famoso cartello con dipinto un coniglio e la scritta “Here it is”. Una foto non può certo mancare:

Coniglio Here it is

Winslow rappresenta la cittadina che ha ispirato il famoso brano degli Eagles, Take it Easy. Una statua celebra il motivo della fama di questo luogo.

Meteor Crater, invece, ospita un enorme cratere, generato dalla caduta di un meteorite, a cui è dedicato un museo, il cui ingresso è a pagamento.

Flagstaff ospita moltissime attrazioni, dal Walnut Canyon National Monument al Painted Desert. Merita una sosta sicuramente più lunga.

Se il viaggio lungo la Route 66 vuole essere anche un’occasione per non perdere la visita del parco nazionale del Grand Canyon, accessibile dalla città di Williams, ottimamente collegata anche tramite rete ferroviaria, se hai voglia di lasciare l’auto o la moto per un po’.

Williams AZ

Seligman è un piccolo centro urbano, saltato agli onori della notorietà proprio in occasione del film di animazione Cars della Disney. Tutto è esattamente come lo hai visto al cinema.

Passando per le Grand Canyon Caverns, potrai invece vedere una vecchia pompa di benzina; mentre a Kingman si trova il museo dedicato alla Mother Road, la Route 66 appunto. Sono presenti negozi, cartelli stradali, mezzi di trasporto riprodotti fedelmente.

Infine, a Oatman, farai un tuffo nel passato: una cittadina western, a cui si accede oltrepassando le Black Mountains.

California

Lasciata l’Arizona, la Route 66 ti accoglie nel suo ultimo stato: la California. Il pensiero corre, pregustando le bellezze di uno Stato che ha fatto delle spiagge, del mare, del surf, e di molte altre icone un vero must, che non puoi assolutamente perdere.

La prima cittadina che incontri lungo la Route 66 in California è Needles, patria di Charles Schulz, l’inventore dei Peanuts. È proprio qui che viveva il cugino di Snoopy, Spike. Le città fantasma di Goffs, Fenner e Essex, invece, erano un tempo prospere e molto vive. Segue Amboy con il mitico Roy’s Motel & Café, rimasto nel tempo praticamente intatto.

Una piccola deviazione ti porterà verso il Joshua Three National Park, che merita una visita, data la sua particolarità naturalistica; oltre che aver ricevuto il tributo della band irlandese U2, che gli hanno dedicato il nome di un album.

A Barstow, il deserto lascia il posto ad una vera e propria cittadina, con musei dedicati alla Route 66. Oro Grande invece ospita una enorme esposizione artistica che merita un’occhiata; mentre Victorville è sede di un museo con numerosi reperti che riguardano la Mother Road.

A Cajon Pass Area potrai sostare per il pranzo e gustare il famoso hamburger di bufalo. Delizioso! Altro cambio di scenario quando ci si avvicina a San Bernardino, che ospita, fra gli altri, il McDonald’s Museum. Dopo aver attraversato Rialto, giungi a Upland dove puoi visitare il Plans of Fame Air Museum, con aerei da collezione e reperti che risalgono alla Seconda Guerra Mondiale.

Clermont varrebbe la pena di essere attraversata in primavera, quando si svolge il festival di musica folk. Monrovia, con il suo Aztec Hotel del 1925 e la Old Town, con negozietti, locali e gallerie. Merita una sosta.

Pasadena ti accoglie con una rigogliosa vegetazione la possibilità di passeggiare lungo le stradine, durante il Flea Market che si svolge ogni seconda domenica del mese.

Dopo aver percorso la Route 66 in moto o in auto, per quasi 4.000 km, giungi nella rinomata città di Santa Monica, che lambisce l’Ocean Pacifico e che segna il termine della Route 66, un lungo viaggio fatto di scoperta ed emozioni continue. In questo video dell’ente di turismo cittadino si può vedere il bellissimo e famoso Pier di Santa Monica:

Viaggio Route 66

Se hai deciso che la tua prossima destinazione ti porterà lungo la Route 66, ricorda di partire con i documenti necessari e di essere munito di regolare autorizzazione ESTA.

Il viaggio lungo la Route 66 ti lascerà ricordi indelebili, storie incredibili da raccontare e posti unici che avrai visitato, cambiando scenari, ambienti, climi e paesaggi in continuazione.

La Route 66 è un’avventura che affascina sia se decidi di affrontarla da solo (magari noleggiando una Harley Davidson); sia partendo con gli amici di sempre, che assieme alla tua famiglia. Per ogni età, troverai infinite opportunità da conoscere e luoghi da incrociare.

3.755 km che al ritorno ricorderai uno ad uno, e che rimarranno per sempre impressi fra le memorie più esaltanti di tutta la tua vita.