Arrivando a Los Angeles dall'autostrada

 

Los Angeles è la città più popolosa della California e una metropoli multiculturale che ogni anno attira milioni di visitatori. Con i suoi Walk of Fame, Hollywood, e le spiagge poco distanti, questa città è un simbolo della cultura pop contemporanea. Ma Los Angeles non è solo un’attrazione per turisti. Sono, infatti, moltissimi gli americani che ogni giorno vi si trasferiscono da ogni angolo degli Stati Uniti per tentare la fortuna nell’industria musicale o cinematografica. Se state organizzando un viaggio in California e volete visitare questa città, ma non sapete cosa vedere a Los Angeles, questo articolo fa per voi. Vi guideremo alla scoperta dei luoghi più interessanti della città e vi daremo consigli su quando organizzare il vostro viaggio.

Quando andare a Los Angeles: clima e temperatura della città

Nonostante il clima di Los Angeles sia caratterizzato da quattro stagioni ben distinte, le temperature rimangono piacevoli tutto l’anno. Infatti, le massime toccano i 29°C e non scendono sotto i 20°C. Le minime, invece, possono raggiungere i 18°C, ma non scendono generalmente sotto i 9°C.

Ecco come si caratterizzano le stagioni a Los Angeles:

  • Inverno: da Dicembre a Marzo, le temperature e clima a Los Angeles rimangono miti e piacevoli. Il cielo è per la maggior parte soleggiato, ma le precipitazioni possono essere frequenti. Tuttavia, l’escursione termica può rivelarsi importante. Le temperature di notte tendono a calare, e vi consigliamo di portare con voi dei vestiti pesanti se visitate la città in inverno.
  • Primavera: la primavera, che va da Aprile a Giugno, a Los Angeles è calda e soleggiata. Questa stagione si caratterizza per la sottile nebbia mattutina causata della differenza tra la temperatura dell’aria e quella del Pacifico. In ogni caso, si tratta di un ottimo periodo per visitare la città.
  • Estate: l’estate, da Luglio a Settembre, è perfetta per visitare il mare Los Angeles. Le temperature toccano anche i 30°C in città, ma il mare svolge un’azione mitigatrice. Infatti, sulla costa, le temperature rimangono piacevoli anche nei giorni più caldi.
  • Autunno: il periodo che va da Ottobre a Novembre presenta massime fino a 23°C ed è un periodo molto piacevole per visitare la città. Proprio in autunno, però, possono verificarsi i primi maltempi.

Il periodo migliore per visitare Los Angeles è quindi la Primavera ed Estate. Già in primavera potrete il clima è abbastanza mite per rilassarvi a Malibu Beach. Se amate il caldo e non avete paura di un clima a tratti un po’ torrido, potete tranquillamente organizzare una vacanza estiva in questa città.

Cosa vedere a Los Angeles: le attrazioni da visitare nel vostro viaggio

Los Angeles è una metropoli vastissima, basti pensare che si colloca al secondo posto nella lista delle città più popolose degli Stati Uniti. È quindi importante pianificare il proprio viaggio di conseguenza, e pianificare cosa vedere a Los Angeles.

Prima di tutto, decidete quanti giorni rimanere in città. Un giorno o due giorni saranno sufficienti a visitare solo le attrazioni principali. Un soggiorno di quattro giorni vi permetterà, invece, di visitare la città, la costa e anche le zone circostanti.

Ecco come potreste organizzare il vostro viaggio in base alla durata:

  • 1 giorno: Hollywood e Walk of Fame, Santa Monica;
  • 2 giorni: potete aggiungere all’itinerario Disneyland e gli Universal Studios;
  • 3 giorni: visitate anche Beverly Hills, Bel Air e le spiagge;
  • 4 giorni: dedicatevi al centro della città e, se avrete tempo sufficiente, visitate anche i parchi e le contee circostanti.

Visitare la Scritta Hollywood

Scritta Hollywood a Los Angeles
Semplicemente Hollywood!

L’iconico Hollywood Sign è senz’altro uno dei simboli che hanno reso celebre Los Angeles. Situata sul Mount Lee, nell’omonimo quartiere di Hollywood, è alta 9 metri e lunga 110 metri. Fu costruita negli anni ’20 e, da allora, si è trasformata in un’importante attrazione turistica.

Se decidete di visitare l’Hollywood Sign avete due opzioni: osservarlo da vicino o apprezzarne una vista panoramica. In ogni caso, ricordate che non è assolutamente possibile toccarne le lettere o arrampicarsi sull’installazione.

Ecco come arrivare il più vicino possibile:

  1. arrivate in auto fino a Lake Hollywood Drive;
  2. imboccate il sentiero (trail in inglese) Wonder View;
  3. percorrete il sentiero per circa 50 minuti. A metà strada vedrete un albero solitario affacciato su un precipizio, il Wisdom Tree;
  4. ricordatevi che la strada può essere scoscesa: indossate scarpe comode e portate con voi dell’acqua.

Qui la mappa per arrivare al Hollywood Sign:

Il Griffith Observatory

Se, invece, volete godervi una splendida vista panoramica dell’Hollywood Sign, questo osservatorio è la soluzione perfetta. Ma quest’attrazione non è solo un posto perfetto per scattare foto mozzafiato. Si tratta, infatti, dell’osservatorio astronomico più visitato al mondo.

Nel 1896, il magnate Griffith J. Griffith destinò un’ingente somma alla costruzione dell’osservatorio, che venne completato nel 1935 sotto il progetto dell’architetto John C. Austin. Ecco cosa fare se visitate questa attrazione:

  • partecipate a uno degli spettacoli del Samuel Oschin Planetarium sull’origine dell’universo e lasciatevi stupire dal suo proiettore stellare all’avanguardia;
  • salite sul tetto del planetario per ammirare il paesaggio delle colline di Hollywood usando il telescopio refrattario;
  • infine, godetevi una vista panoramica dell’Hollywood Sign dal Griffith Park. La costruzione del parco è stata voluta dal fondatore di Playboy, Hugh Hefner, per evitare lo sfruttamento architettonico dell’area che circonda la famosa scritta. Proprio passeggiando sul lato destro del parco apprezzerete una vista mozzafiato dell’Hollywood Sign, soprattutto la sera.
Il Griffith Observatory e i grattacieli di Los Angeles sullo sfondo
Griffith Observatory ed i grattacieli del centro sullo sfondo

Mentre l’accesso agli spettacoli del planetario è a pagamento, è possibile visitare l’osservatorio gratuitamente dal Lunedì al Venerdì dalle 12 alle 22, e il Sabato e la Domenica dalle 10 alle 22. L’osservatorio si trova al 2800 East Observatory Road. Per raggiungerlo, è consigliabile utilizzare un taxi o arrivare in macchina, nonostante siano disponibili anche i mezzi pubblici.

Santa Monica

Questa città californiana si trova sulla costa, a soli venti minuti di distanza dal centro di Los Angeles. Situata sull’omonima baia, conta circa 90.000 abitanti ed è molto apprezzata dai turisti, in quanto le sue strade e paesaggi evocano quelli del cinema hollywoodiano.

Ecco cosa vedere in città:

  • Ocean Avenue: se volete passeggiare sul litorale, magari godendovi il tramonto, per poi concedervi una cena tranquilla, questo viale è perfetto per voi;
  • Downtown: il centro della città è il luogo migliore per fare shopping. Ricordiamo a questo proposito Santa Monica Place, un centro commerciale all’aperto, e Montana Avenue, famosa per le sue boutique. La 3rd Street Promenade è piena di ottimi ristoranti;
  • L’Aquarium merita senz’altro una visita, soprattutto se viaggiate con bambini. Il Pacific Park, invece, sa mettere d’accordo grandi e piccoli. Questo parco divertimenti si affaccia sull’Oceano Pacifico e la sua ruota panoramica offre una vista impagabile;
  • Santa Monica Pier: il molo è senz’altro una delle attrazioni principali della città. La Merry Go Round, la giostra simbolo del molo, risale agli anni ’20 ed è una delle attrazioni più fotografate della città.
Le palme e il pier di Santa Monica
Il Santa Monica Pier sullo sfondo

Forse non tutti sanno che proprio sul molo di Santa Monica termina la famosa Route 66, che collega Chicago a questa città. Non perdete quindi l’occasione di scattare una foto del famoso cartello “Route 66, End of Trial”.

Disneyland California: il primo parco Disney

Questo parco divertimenti è un paradiso per bambini e adulti, nonché il primo parco a tema Disney mai creato. Disneyland si trova a 40 km dal centro di Los Angeles, nella cittadina di Anaheim. Idealmente, andrebbe raggiunto con Uber, Taxi o con una macchina a noleggio.

Il parco si divide in tre aree principali:

  • Disneyland Park Adventure: si tratta della parte storica di Disneyland, progettata da Walt Disney e caratterizzata dal famoso castello della Bella Addormentata nel Bosco. Quest’area del parco si divide in otto sezioni. Le più adatte ai bambini sono senz’altro Mickey’s Toontown e Fantasyland, mentre gli adulti apprezzeranno soprattutto Adventureland;
  • Disney California Adventure Park: quest’area del famoso parco divertimenti California si divide in sei aree tematiche. In generale, ha un carattere meno storico di Park Adventure e sarà apprezzato soprattutto dagli amanti dei lavori più recenti della Disney e della Pixar. Hollywood Land è una ricostruzione degli studi hollywoodiani, dove troverete attrazioni dedicate a Monsters, Inc. Car’s Land è dedicata all’omonimo film, mentre Pixar Pier è perfetta per gli amanti di Toy Story e degli Incredibili;
  • Downtown Disney District: questa è la zona dello shopping e della ristorazione e vi permette di raggiungere comodamente le due aree principali del parco;
  • Zona degli hotel: se decidete di dormire in zona, potrete scegliere tra tre hotel. Il Disney’s Grand Californian Hotel & Spa è il più lussuoso e costoso tra i tre, seguito dal Disneyland Hotel e dal Disney’s Paradise Pier Hotel.

I quartieri di Los Angeles quartieri: da Bel Air a Beverly Hills

Los Angeles non ha decisamente la fama di una città dall’architettura affascinante, ma alcuni dei suoi quartieri sono così caratteristici da meritare almeno una visita. Tra questi ci sono sicuramente Bel Air e Beverly Hills, che sono stati resi celebri dalle molte celebrità che vi risiedono.

Bel Air

Il quartiere di Bel Air è nata nel 1923, grazie al progetto voluto dal Alphonso Bell, proprietario di una residenza agricola nelle vicinanze della zona. Situata nella zona ovest di Los Angeles, quest’area è talmente famosa che vengono regolarmente organizzati dei tour per visitarla.

Attenzione, però. Alcune zone del quartiere sono recintate e sorvegliate da agenti di sicurezza, proprio per preservare l’incolumità e la privacy dei residenti. Ecco cosa vedere a Bel Air Los Angeles:

  • Bel Air Film Festival: se capitate a Los Angeles a Novembre vi consigliamo di dare un’occhiata a questo festival di tre giorni, che dal 2008 da spazio a giovani talenti dell’industria cinematografica;
  • Herp Albert’s Vibrato Grill and Jazz: questo locale ha le sembianze di un teatro e unisce cucina americana e musica. Se avete intenzione di cenare a Bel Air, questo ristorante è una scelta caratteristica;
  • Tour organizzati di Bel Air: per i più curiosi, molte agenzie offrono tour privati o di gruppo delle ville più lussuose di Bel Air a bordo di macchine o SUV.

La mitica Beverly Hills

Trovare a Beverly Hills cosa vedere non sarà un’impresa ardua. Questo quartiere era un tempo una piantagione di fagioli ma, proprio come Bel Air, è oggi una delle zone più lussuose di Los Angeles. Ecco le attrazioni principali di Beverly Hills:

  • Ville celebri: se siete incuriositi dallo sfarzo di Beverly Hills, vi consigliamo di visitare i Virginia Robinson Gardens, i giardini della prima villa del quartiere. Potrete proseguire la visita con Geryston Mansion, una villa di 55 stanze costruita da un magnate del petrolio e oggi proprietà della città;
  • Los Angeles Golden Triangle: quest’area, delimitata da Santa Monica Boulevard, Wilshire Boulevard e North Crescent Drive, è famosa per lo shopping di lusso e la ristorazione. La via più celebre in questa zona è senz’altro Rodeo Drive, dove troverete le boutique più ricercate ed esclusive.

Walk of Fame

Il vostro viaggio a Los Angeles non sarebbe completo senza una visita al Walk of Fame. Su questo celebre tratto dell’Hollywood Boulevard, fin dagli anni ‘50, vengono apposte stelle commemorative di personaggi influenti del mondo dello spettacolo. Oggi il Walk of Fame si estende per due chilometri.

Oltre a fotografare le celebri stelle, una volta sull’Hollywood Boulevard potrete acquistare souvenir e partecipare a un tour del Dolby Theater. Proprio qui, ogni anno, viene tenuta la cerimonia degli Oscar.

Downtown Los Angeles

Prima di lasciare la città, vale la pena fare un giro per il centro di Los Angeles. Tra le attrazioni principali della zona ricordiamo:

  • Pershing Square: ottima per osservare lo skyline della centro della città, la cui architettura è stata riqualificata negli ultimi anni;
  • Skyspace: su questo grattacielo troverete un osservatorio da cui ammirare una splendida vista di Los Angeles. Assicuratevi di percorrere i 13 metri dello Skyslide, uno scivolo trasparente che vi porterà sulla terrazza inferiore del grattacielo;
  • Los Angeles Public Library: questa suggestiva biblioteca è stata costruita per ricordare un tempio egizio, ed è perfetta se volete saperne di più sulla storia della città.

Conclusione: Los Angeles, una città dalle mille sfaccettature

Come avrete capito, Los Angeles è una città immensa dalle mille attrazioni. Le cose da vedere davvero non mancano. Dai parchi divertimento, alle spiagge, passando per il tipico skyline americano e i quartieri lussuosi, per visitarla tutta ci vuole tempo. Tempo permettendo, una volta conclusa la visita della città, vi consigliamo di visitarne i dintorni, soprattutto le spiagge e i parchi naturali. E se riuscite, avventuratevi anche oltre in confini di Los Angeles County. Siamo sicuri che Los Angeles non vi deluderà.