Cartello all'arrivo di Key West

 

Key West è una città e allo stesso tempo un’isola degli Stati Uniti, situata nel punto più a sud del paese. Essa fa parte dell’arcipelago delle Florida Keys e rappresenta il confine ultimo prima dell’Oceano Atlantico.

Per raggiungerla, occorre percorrere tutta la U.S. Route 1, la strada composta per lo più da ponti che collegano le varie isole delle Keys, sospesi sul mare, come il Seven Miles Bridge. Raggiungere Key West, quindi, rappresenta già di per sé un’esperienza di viaggio interessante. Basta guardare questa foto:

Allora, andiamo a scoprire le caratteristiche di questa città insulare, offrendo informazioni utili e curiosità, per tutti coloro che desiderano visitarla.

Come arrivare a Key West?

Andare da Miami a Key West

Tra Miami e Key West ci sono 250 km di distanza, che si possono percorrere in aereo, macchina o moto, treno e autobus. Tuttavia, questa distanza potrebbe risultare divertente da percorrere su strada. Infatti, si può percorrerla circondati tutto il tempo dalla bellezza del mare.

I tempi non sono esagerati. Per andare da Miami a Key West in macchina tramite la US-1 ci vogliono solo poco più di 3 ore. Con l’aereo si fa prima, solo 50 minuti, ma va considerato comunque il costo del volo. Andarci con i mezzi pubblici non è consigliato: il percorso è complicato per via dei numerosi cambi e complessivamente dura più di 6 ore.

Infatti, c’è da considerare che tra Miami e Key West in Florida c’è l’intero arcipelago delle Florida Keys, che comprende:

  • Key Largo
  • Tavernier
  • Key Plantation
  • Islamorada
  • Layton
  • Duck Key
  • Marathon
  • Key di Big Pine
  • Cudjoe
  • Sugarloaf e la zona militare.

C’è da considerare anche un’altra opzione: la crociera. Chi arriva tramite nave approda nel Porto di Key West, che tuttavia rientra in un circuito ristretto di compagnie navali turistiche.

Le isole Keys principali

Le Key Islands più importanti sono diverse decine. Queste si alternano mediamente ogni miglio della Overseas Highway, ovvero la US-1 di cui abbiamo già parlato. L’elenco completo è talmente lungo che si fa prima a passarle tutte con la macchina che a elencarle. Magari ascoltando Key to the Highway di Eric Clapton.

Ad ogni modo, tra le principali isole keys della Florida vi sono Isla Morada (che a volte si può trovare sulla mappa digitando “Islamorada Florida”), Key Largo, Lower Matecumbe Key, Vaca Key, Plantation Key

Le isole vicino Miami sono quelle più a nord, che comprendono le Key Largo (sulla mappa troverete anche North Key Largo, Florida) e Plantation Key. Torch Key, oltre le key di Sugarloaf e Saddlebunch.

La U.S. Route 1

La strada che collega le Florida Keys è essa stessa un’attrazione. Tuttavia, questa non collega soltanto le isole Keys, bensì si snoda verso nord fino al confine con il Canada. Si snoda per ben 3.846 km, perciò rappresenta un’ottima alternativa di viaggio alla più famosa Route 66.

Vista aerea strada US-1 che collega le isole Keys in mezzo al mare

Strada US-1

Cosa vedere a Key West?

Old Town, la città vecchia

Il quartiere Old Town è quello che in Italia chiameremmo La Città Vecchia. Considerato che si tratta di una città di giovane età, suonerebbe troppo strano e sarebbe inopportuno chiamarlo Centro Storico. Anche se, va detto, a suo modo comunque lo sia.

Una passeggiata nell’Old Town consente di visitare tutte le principali destinazioni turistiche dell’isola, quali Duval Street, Mallory Square, Fort Zachary Taylor e Truman Annex.

Duval Street di Key West

Duval Street è una bellissima strada in cui si possono ammirare le meravigliose dimore vittoriane della Bahamas e spagnole. Nel 2012, Duval Street è stata insignita del premio “Great Street” dalla American Planning Association.

Oltre alle residenze in grande stile, Duval Street presenta anche gallerie d’arte, boutique e locande, ragion per cui gli avventori possono fare shopping, acquistare opere o semplicemente guardarle, fermarsi in un locale per bere un drink. A tal proposito, da notare i Cuban Coffee, piacevoli caffè all’aperto per gustare deliziosi caffè cubani con chicchi appena tostati.

Mallory Square e la celebrazione del tramonto

Si tratta della piazza in cui si celebra il tramonto. La Sunset Celebration è una delle principali attrazioni della città. Ogni sera, centinaia di turisti arrivano a Mallory Square per vedere il tramonto. Il tutto, contornato da esposizioni artistiche, artisti di strada, carretti alimentari. Si crea sempre molto facilmente un’atmosfera rilassata.

Che ne dici di vivere in prima persona un tramonto come questo?

Tramonto da favola al mare alle Isole Keys

Tramonto nelle isole Keys

Fort Zachary Taylor e Truman Annex

Fort Taylor o Fort Zach, per i residenti, è un parco storico dedicato alla Guerra Civile. Questo si trova molto vicino alla punta meridionale di Key West. Per i turisti non statunitensi, è maggiormente apprezzabile durante le rievocazioni, che hanno luogo più volte l’anno.

Truman Annex è un quartiere residenziale di gran pregio, costruita a seguito di una riqualificazione di successo. Prende il nome dall’allora presidente Harry S. Truman, che nella stessa zona volle la sua casa presidenziale invernale. Il Truman Annex è uno dei progetti di sviluppo maggiormente premiati e apprezzati negli USA.

Il punto più a sud degli Stati Uniti

Punto più meriodionale degli Stati Uniti

Punto più meridionale USA

Nel Punto Più a Sud degli USA, già di per sé attrazione turistica, vi è anche la Southernmost House, ovvero la Casa Più a Sud. Oggi è un Bed & Breakfast, ma a suo tempo è stata anche residenza di ben cinque presidenti USA. Si trova del distretto di Upper Duval e, inutile a dirlo, offre una vista unica.

Residenze storiche

Degne di nota sono alcune residenze site in questa città insulare. Innanzitutto, oltre alla Casa Presidenziale Invernale, vi sono le storiche case di Ernest Emingway e Tennessee Williams.

La casa di Hemingway è una bellissima villa in stile vittoriano e ci vivono ancora i discendenti del suo gatto Snowball, con la caratteristica di avere più dita del normale. L’immobile fu acquistato dal ricco zio di sua moglie Pauline nel 1928. In questa casa ha scritto Morte nel Pomeriggio, Per chi Suona la Campana, Le Nevi del Kilimangiaro e La Breve Vita Felice di Francis Macomber.

Lo scrittore, sceneggiatore e drammaturgo Tennessee Williams diventò un visitatore abituale di Key West dal 1941 e a quanto si dice qui vi scrisse la bozza di Un Tram Chiamato Desiderio. Sempre sull’isola girò la versione cinematografica de “La Rosa Tatuata”, premio Oscar.

Cosa fare a Key West? Rilassarsi e visitare le altre isole!

Key West è sicuramente una meta per gli amanti del mare. Il mare, infatti, è dappertutto, ovunque ci si volti. Quando non lo si vede, lo si sente comunque nell’aria. Inoltre, le influenze cubane e bahamensi si sentono, si vedono e si assaporano.

Alle spiagge di Key West per un tuffarsi nell’Oceano Atlantico

Ricordatevi sempre che negli Stati Uniti andare al mare significa tuffarsi nell’Oceano:

Una bellissima spiaggia a Key West

Spiaggia a Key West

Nel caso di Key West, di un bellissimo pezzo dell’Oceano Atlantico. L’acqua è più fredda, più selvaggia e richiede qualche accortezza in più.  A parte questo, sulle spiagge di Key West ci si può davvero divertire.

Qui di seguito, le migliori spiagge della città, tra le quali scegliere la vostra key beach preferita:

  • South Beach: si trova al 1405 di Duval Street, è molto frequentata ma comunque mantiene dei prezzi modici (sdraio a 5$). Il suo nome deriva dal fatto che si trova nell’area del Southernmost Point e per questo è anche motivo di selfie. Le acque sono basse e il fondale è corallino. È molto affollata ma offre un tramonto da favola. È accessibile dalle 7 alle 23 (ristorante dalle 8 alle 22).
  • Rest Beach: è una spiaggetta situata in un litorale dalla piacevole vegetazione, che offre dei tavoli da pic-nic. La sabbia è piacevole poiché fine, e a riva si depositano addirittura dei frammenti di corallo. Il mattino presto e la sera sono i momenti più rilassanti (di sera vi sono delle lezioni di Yoga).
  • Dog Beach: difficile non indovinare perché si chiami così. Si tratta di una vera e propria spiaggia per cani (e i loro padroni). La sabbia non è male e il mare è ovviamente pulito. È sita al 1500 di Vernon Avenue.
  • Higgs Beach: se hai bisogno di un po’ d’ombra, la Higgs Beach potrebbe fare al vostro caso. Al 1000 di Atlantic Boulevard c’è la Higgs Beach, con acque poco profonde e una vegetazione tropicale molto vicina, che offre ombra e quindi un po’ di refrigerio. L’area è attrezzata anche per alcuni sport (tennis e volley). Vi è anche una zona giochi per bambini.
  • Smathers Beach: questa la si potrebbe anche rinominare “Smartest Beach”. Infatti, si tratta di una lunga spiaggia (ma non larga) con un ottimo mare e numerose palme che si trasformano in ombrelloni naturali pronti ad aiutare i desiderosi d’ombra. Vi si trovano anche aree attrezzate per lo sport e i pic-nic. È accessibile dalle 7 alle 23 ed è consigliabile portarsi da bere e mangiare, poiché i punti ristoro sono distanti.
  • Fort Zach Beach: si trova nei pressi dello storico Fort Zachary Taylor Park, e perciò fa parte dell’area naturale di interesse storico ad esso collegata. È sita al 601 di Howard England Way.
  • Dry Tortugas National Park Beach: non si trova a Key West ma in una minuscola isola nel mare circostante, andando verso ovest. Si tratta di un parco isolato, per la maggior parte acquatico, con una fauna marina e di uccelli rigogliosa. Comprende anche un’antica fortezza del 1800. Il mare è stupendo, tuttavia per raggiungerla occorre andarci con idrovolanti o imbarcazioni specializzate.

Disneyland America: il Walt Disney World Resort

Per chi desidera divertirsi, soprattutto in famiglia, un viaggio nel mondo di Disney è da non perdere.

Da non confondere con il parco di Disneyland di Los Angeles, il Walt Disney World (Resort) è un parco divertimenti che si trova a Bay Lake e Lake Buena Vista, nei pressi di Orlando, in Florida. Si tratta del complesso di parchi a tema di più grande al mondo e dal maggior successo per numero di visitatori (e incassi).

Questo è formato da quattro parchi tematici: Magic Kingdom, Epcot, Disney’s Animal Kingdom e Disney’s Hollywood Studios. A questi si aggiungono due parchi acquatici, aree commerciali, campi da golf, hotel a tema.

Come abbiamo detto, si trova vicino Orlando. Da Miami, per raggiungerlo occorrono appena 3 ore e mezzo di macchina percorrendo la Florida’s Turnpike o la I-95.

Bahia Honda State Park

È un parco situato nella Bahia Honda Key, le cui spiagge sono considerate le migliori di tutte le Florida Keys. La sua spiaggia bianca, la barriera corallina (di origine preistorica, da qui il parco), le acque cristalline sono i suoi punti forti.

Ne dubiti? Guarda questo video fatto da Licidys:

La Key di Bahia Honda è situata a tre quarti del percorso delle Key partendo da nord, tra Maraton e Big Pine Key.

L’Isola di Corallo

Non tutti conoscono questo film, ma a suo tempo ha fatto storia. L’Isola di Corallo, che vedeva protagonista Humphrey Bogart accompagnato da Lauren Bacall, aveva come titolo originale “Key Largo”. Questa è proprio una delle Florida Keys e più precisamente una di quelle situate più a nord.

Il film era infatti ambientato nell’Isola di Corallo. Perciò se sei appassionato di cinema, potrai rivivere la sua trama, magari impersonando con un po’ di fantasia qualcuno dei suoi personaggi, oltre a ripercorrere mentalmente i luoghi del film.

Quando andare alle Isole Keys?

Scegliere il momento adatto per andare alle Isole Keys potrebbe essere decisivo per rendere il proprio viaggio in un successo o un totale insuccesso. Infatti, il clima dell’isola è tropicale, simile a quello dei Caraibi. Tecnicamente, è classificato come “clima della savana”. Qui di seguito spieghiamo perché l’inverno sia decisamente una buona stagione per andare a Key West.

La temperatura media vede solo piccole differenze tra le varie stagioni. Prevalentemente c’è caldo e d’inverno la temperatura è mite. Tuttavia, avendo un clima tropicale, presenta due stagioni: la stagione delle piogge e la stagione secca.

La stagione delle piogge va da maggio a ottobre. In questi mesi piove quasi tutti i giorni, con dei veri e propri acquazzoni tropicali. Tuttavia, questi generalmente durano poco e sono seguiti ore di sole intenso. Generalmente, queste piogge si verificano di mattina presto.

La stagione secca invece va da novembre ad aprile. Durante questi mesi si verificano solo il 25% delle precipitazioni annuali e la giornata quindi è solitamente soleggiata. L’aria, inoltre, è piuttosto secca. Per alcuni inverni potrebbe anche piovere pochissimo causando siccità.

A prescindere dalle stagioni secche o di pioggia, la temperatura media delle massime va dai 23 gradi di gennaio ai 31 gradi di giugno-settembre. Per quanto riguarda la media delle minime va dai 17 di gennaio ai 26 di giugno-settembre.

Florida, tra città sul mare e isole

Per chi desiderasse fare un viaggio in Florida, oltre che nelle isole Keys, la mappa delle destinazioni possibili potrebbe comprendere anche le principali città: Miami, Orlando, Tampa e Jacksonville.

Guardando la cartina della Florida ci si rende conto che la maggior parte delle città sono sul mare e non è un caso. Principalmente, l’economia si basa sulla costa per la pesca, il commercio e quindi il turismo.

Tra la Florida e Cuba

La storia delle Keys è legata anche a quella di Cuba. Durante la rivoluzione cubana, molti cubani non volevano vivere sotto un governo socialista e perciò si rifugiarono nel sud della Florida. Ed è per questo che nelle Keys, oltre che nel sud della Florida, si sente molto l’influenza cubana.

La distanza tra Cuba e la Florida è di appena 1 ora di volo, da Miami a L’Avana.

Bahamas

La Florida è molto vicina alle splendide Bahamas, un’altra isola la cui cultura si è mescolata con quella statunitense. Tra Miami e Nassau, la capitale delle Bahamas, c’è appena poco meno di 1 ora di volo.