Panorama di Miami Beach USA

Miami è senz’altro una delle mete più popolari tra i turisti italiani che visitano gli Stati Uniti. Scenario di numerose serie tv e film di fama internazionale, la città colpisce per le sue bellissime spiagge bianche e per l’incredibile vita notturna. Ma proprio perché Miami è spesso rappresentata come luogo di vizi e divertimento, pochi sanno che questa città della Florida ha molto da offrire oltre alle spiagge e alle sue molteplici discoteche. Allora, cosa vedere a Miami?

Miami: cosa vedere nella Magic City

Miami, con la sua popolazione di quasi mezzo milione di abitanti, è un’enorme metropoli ricca di attrazioni e luoghi interessanti. Proprio per questo, a Miami cosa vedere e cosa fare può essere difficile da decidere. Siamo sicuri che con qualche accenno alla storia della città e ai suoi luoghi più importanti, organizzare il tuo viaggio a Miami sarà semplicissimo.

Forse non tutti sanno che Miami è una città dalla storia unica e ricca di cultura, soprattutto di derivazione ispanica. Infatti, anche se dapprima abitato da popolazioni indigene, il territorio su cui oggi sorge questa città fu a lungo governato dagli spagnoli, che si videro costretti a cederlo agli Stati Uniti nel 1819.

Miami è l’unica grande città statunitense fondata da una donna. La ricca colona Julia Tuttle fu, infatti, la prima a volere investire nello sviluppo della città già alla fine dell’800.

Il boom di crescita della città, a cui Miami deve il soprannome di Magic City, iniziò però solo dopo un periodo di profonda recessione causato dalla grande depressione economica degli anni ’20.

Con l’avvento della Seconda guerra Mondiale, la città divenne un importante centro di sviluppo militare per il paese e, in pochi mesi, la sua popolazione crebbe esponenzialmente, quasi come per magia.

Ma a dare alla città la caratterizzazione culturale per cui è conosciuta oggi fu senz’altro la forte ondata di immigrazione cubana degli anni ’60. Non a caso, oggi Miami è la città statunitense dalla più grande comunità cubana. Molti suoi quartieri e tradizioni culinarie sono influenzati proprio dalla magica atmosfera di Cuba.

Dunque, guardiamo insieme alcuni dei posti che meglio raccontano la città.

Little Havana: colori cubani in Florida

Little Havana è il quartiere dal sapore cubano, famoso per i suoi colori e il ritmo latino. Situato nel cuore della città, in prossimità di Downtown Miami, Little Havana fu un tempo rifugio di numerosi dissidenti cubani. Ancora oggi è il centro della vita della comunità cubana della città.

Tipiche piastrelle colorate della Calle Ocho a Miami
Calle Ocho a Miami

Passeggiando lungo Calle Ocho vi sembrerà di trovarvi a La Havana. Qui potrete acquistare autentici sigari cubani, assaggiare cibo e caffè tradizionali, e ammirare gli anziani del luogo che giocano a domino nel Parco Maximo Gomez.

Un po’ del Rinascimento in America: Villa Vizcaya

Villa Vizcaya, un tempo residenza estiva del magnate James Deering, è oggi un monumento nazionale. La villa neo-rinascimentale si trova nel quartiere Coconut Grove sulla Baia di Biscayne.

Attraversando le sue 70 stanze potrai ammirare numerose opere d’arte e oggetti d’arredamento europei, per poi dirigerti verso i suoi giardini, dove troverai anche un orto botanico.

Il quartiere Coconut Grove

Coconut Grove è uno dei quartieri più antichi della città. Dimora di molti artisti e famoso per la sua architettura interessante e i molti parchi, giardini botanici e aree verdi, come il Barnacle Historic State Park e il Kampong, un giardino botanico a tema tropicale.

Se amate lo shopping, non potete non fare un giro al CocoWalk, un centro commerciale all’aperto dove troverete anche caffè, cinema e ristoranti.

I colori del quartiere Wynwood

Wynwood è uno dei quartieri più amati e caratteristici di Miami, con i suoi murales ed edifici colorati. Wynwood è amato dai giovani della città, e la sua fama hipster e alternativa è dovuta alla presenza di numerose gallerie d’arte, distillerie artigianali e boutique alternative.

Passeggiate tra le vie di questo museo all’aria aperta durante un’uscita serale e cenate in uno dei suoi molti ristoranti etnici.

Miami Seaquarium

L’acquario di Miami è un’attrazione raccomandata per chi viaggia in famiglia e con bambini piccoli. Qui, infatti, potrete assistere a spettacoli con animali marini come delfini, orche e leoni marini, ma anche saperne di più su squali, lamantini, uccelli e animali terrestri. Biglietti acquistabili direttamente dal sito dell’acquario su questo link.

Arte contemporanea al Pérez Art Museum

Anche il Pérez Art Museum Miami si trova sulla Baia di Biscayne, nel quartiere Downtown Miami, ed è un’attrazione da non perdere per tutti gli amanti dell’arte contemporanea. Qui sono, infatti, esposte opere di Joseph Cornell, Frank Stella e Kehinde Wiley.

Poco distante dal museo d’arte della città si trova anche il Miami Science Museum.

Concentrato di Miami al Bayside Marketplace

Il Bayside Marketplace è uno dei luoghi più carismatici di Miami. Nonostante possa sembrare un semplice centro commerciale all’aria aperta, questo è uno dei maggiori centri di intrattenimento della città con i suoi locali, ristoranti, bar e negozi. Il luogo è perfetto per una passeggiata serale sullo sfondo di una suggestiva vista sulla baia.

Coralli al… Coral Castle!

Il Coral Castle, o Castello di Corallo, è una delle attrazioni più suggestive da visitare a Miami. Tecnicamente situato nella cittadina di Homestead, il Coral Castle è un parco che ospita sculture monolitiche di roccia corallina.

La leggenda vuole che, nel 1936, lo scultore Edward Leedskalnin abbia trasportato e intagliato da solo oltre 1.100 tonnellate di roccia corallina lavorando esclusivamente di notte. Il suo segreto? La conoscenza dei misteri delle piramidi.

Spiagge, locali e vita notturna: cosa vedere a Miami Beach?

Una volta visitata la Miami continentale, non dimenticatevi di visitare Miami Beach. Seppur molti turisti confondano erroneamente queste due località, si tratta in realtà di due città distinte che distano solo poco più di 15 minuti l’una dall’altra.

E tra le due, quest’isola è forse addirittura la più conosciuta e apprezzata grazie alle sue spiagge, ristoranti e quartieri caratteristici. Ecco di seguito cosa non puoi perderti a Miami Beach.

Miami South Beach

Questa lista non può che iniziare con South Beach, forse la località più famosa di questa città. Situata a sud dell’isola, come suggerisce il nome, è famosa per le sue bellissime spiagge e per la vita notturna, e non è raro che qui si riesca ad avvistare qualche personaggio famoso.

Infatti, grazie all’acqua del mare limpida e calma, le spiagge di South Beach sono una meta molto ambita. In particolare, non perdetevi Lummus Park, dove potrete concedervi una passeggiata sulla spiaggia, giocare a beach volley o sorseggiare una bibita fresca mentre prendete il sole.

A proposito di South Beach, nell’estate 2019 Max Pezzali ha dedicato alla famosa spiaggia uno dei suoi ultimi brani, intitolato “Welcome to Miami (South Beach)”. Ecco il video, dal canale ufficiale di Warner:

La mitica Ocean Drive

Ocean Drive è uno dei simboli cardine di Miami. Proprio su questo lungomare, infatti, sono stati girati film cult come Scarface e Miami Vice. Inutile dire che, se siete amanti di cocktail, locali e discoteche, Ocean Drive è un vero e proprio paradiso.

Questo viale è, inoltre, famoso per l’architettura in stile Art Déco perfettamente conservata, tra cui anche la casa del celebre stilista Gianni Versace.

Art Déco e non solo

Spostandosi da Ocean Drive, potrete visitare l’Art Déco District di Miami. Si tratta di un ottimo esempio dello stile Art Déco tipico dell’America degli anni ’20, in cui l’architettura si caratterizzava per le forme geometriche, insegne al neon e numerosi elementi decorativi.

Palazzo esempio dell'architettura art déco a Miami USA
Esempio di Art Déco a Miami: Cavalier South Beach Hotel

Iniziate la vostra visita dall’Art Déco Welcome Center e dall’Art Déco Museum della città per saperne di più non solo sulla storia di questo stile, ma anche sull’evoluzione della città e sugli eventi più importanti della stagione.

La storia immortalata proprio a… Miami!

Forse pochi sanno che, proprio a Miami Beach, si trova un importante Memoriale dell’Olocausto. Questo luogo ricorda l’importanza fondamentale della memoria storica, e invita a ricordare le vittime dello sterminio nazista della Seconda Guerra Mondiale. A tale proposito, oggi Miami Beach ospita una numerosa comunità ebraica ortodossa.

Il Wolfsonian-FIU è una meta perfetta per tutti gli amanti dell’arte. Infatti, questo museo, che è in realtà anche una biblioteca e un importante centro di ricerca, ospita una molteplicità di opere, dalla Rivoluzione Industriale alla Seconda Guerra Mondiale, in svariate forme.

Infatti, qui potrete ammirare opere pittoriche, libri rari, ceramiche e oggetti in vetro, oggetti industriali e di design, opere tessili e molto altro, per un totale di 180.000 articoli esposti.

Molteplici sono anche i paesi rappresentati da questa esposizione: dall’Italia all’ex Unione Sovietica, dalla Germania al Giappone, la varietà offerta dal Wolfsonian è davvero impressionante.

Quando andare e come prepararsi al viaggio a Miami?

Com’è il clima di Miami?

Ora che sapete tutto su Miami e le sue attrazioni, non vi resta che gestire la parte più pratica del viaggio: quando e come partire. Date le belle spiagge e località balneari della città, è naturale che la si voglia visitare quando fa caldo e il sole splende.

La prima cosa da ricordare è che il clima di Miami è di tipo sub-tropicale. Infatti, dando un’occhiata alla mappa America Settentrionale e Centrale sembrano proprio incontrarsi all’altezza della Florida meridionale, a sud della costa est degli Stati Uniti.

Non è un caso, quindi, che le condizioni meteorologiche di questa zona ricordino quelle dell’arcipelago caraibico. Le temperature a Miami rimangono relativamente calde e piacevoli tutto l’anno. Anche a dicembre, infatti, la temperatura massima arriva a 24 gradi e non scende sotto i 19, con una media di soli quattro giorni di pioggia al mese.

Anche l’acqua, in inverno, mantiene una temperatura ideale —attorno ai 20 gradi. D’estate, invece, è facile incontrare temperature anche superiori ai 30 gradi.

Il periodo migliore per visitare Miami è quello che va da dicembre ad aprile. Nonostante, come accennato, a Miami faccia caldo tutto l’anno, questo è il periodo in cui il cielo è più limpido, le piogge più rare e il sole più piacevole.

L’estate, che qui va da maggio a fine ottobre può rivelarsi estremamente umida. Ciò rende non solo le temperature insopportabili, ma anche le piogge più frequenti. Meglio evitare di visitare questa zona tra giugno e fine settembre, quando gli uragani sono frequenti e potenzialmente distruttivi.

Documenti richiesti per andare a Miami

Ora che avete scelto il periodo migliore per il vostro viaggio, è arrivato il momento di pensare ai documenti necessari per poter visitare Miami. Se, anche per voi, visti e burocrazia sono causa di ansie e stress, niente paura: seguite i nostri accorgimenti per un’esperienza di viaggio leggera e spensierata.

Poiché Miami si trova in Florida, che fa parte degli Stati Uniti, dovrete seguire tutte le regole imposte dal governo statunitense ai turisti che decidono di visitare il paese.

Fortunatamente, già dal 2009 i cittadini degli stati aderenti al Visa Waiver Program possono visitare gli Stati Uniti senza dover ottenere un visto tradizionale presso il consolato o l’ambasciata statunitense.

Ecco cosa vi occorrerà:

  • passaporto elettronico in corso di validità fino alla data di ritorno del viaggio;
  • viaggiare esclusivamente per turismo e/o affari;
  • durata del viaggio uguale o inferiore a 90 giorni;
  • biglietto aereo (o altro mezzo) comprovante la data di ritorno;
  • approvazione del modulo ESTA.

Poiché l’Italia, come la maggior parte dei paesi europei, aderisce al programma Visa Waiver, i cittadini italiani necessitano soltanto di presentare una domanda ESTA, il sistema elettronico per l’autorizzazione di viaggio, per visitare Miami.

Basterà fornire alcuni dati personali e sul proprio soggiorno negli Stati Uniti per poter ottenere questa autorizzazione. Se viaggiate con i vostri cari, è addirittura possibile presentare un’unica domanda ESTA per famiglia.

Infatti, i dati richiesti saranno gli stessi per ogni membro del gruppo, che non deve essere necessariamente un nucleo familiare, e non esistono agevolazioni sul pagamento.

Il vantaggio più grande è, però, quello di poter presentare la domanda in un’unica sessione, senza dovere presentare più domande individuali.

Qualora non fossi in possesso di un passaporto rilasciato da uno dei paesi aderenti al Visa Waiver Program, sarà purtroppo necessario ottenere un visto turistico presso un’ambasciata o consolato degli Stati Uniti d’America.

Pronto a partire? Miami e le sue meraviglie, fatte di sole, mare, spiagge e quartieri particolari, ti aspettano.

Siamo sicuri che Miami piacerà ed il viaggio entrerà a far parte di quelli indimenticabili!