ESTA application

Stai valutando di programmare un viaggio negli Stati Uniti e non sai quali documenti siano necessari? Come richiedere l’ESTA è una domanda frequente e in questo articolo ti spiegheremo come procedere.

Che tu decida di viaggiare per lavoro o per turismo negli USA, è necessario che possieda un passaporto elettronico e aver richiesto l’ESTA. L’ESTA è l’acronimo di Electronic System Travel Authorization, ovvero un sistema elettronico che ti autorizza ad entrare negli Stati Uniti.

L’ESTA fa parte del progetto Visa Waiver Program, emanato dal governo americano, che consente ai cittadini di un Paese di entrare negli Stati Uniti senza un visto e per un periodo massimo di 90 giorni. Lo scopo del viaggio può essere turismo o affari.

Richiedi ora su questo link la tua Autorizzazione ESTA in 24 ore sulla tua email.

Come fare domanda per l’ESTA?

Per ottenere l’autorizzazione al viaggio, dovrai compilare l’apposito modulo almeno 72 ore prima del viaggio. L’approvazione di questa richiesta, ti autorizza al viaggio marittimo o aereo verso gli USA.

Una premessa importante è sapere che anche quando richiedi e ottieni l’ESTA, non necessariamente sarai ammesso all’ingresso nel Paese. Una volta atterrato in America, dovrai essere accettato al controllo passaporti.

Al controllo passaporti, gli agenti:

  • verificheranno la validità del tuo passaporto;
  • eseguiranno il controllo biometrico con apposito lettore;
  • ti chiederanno alcune informazioni relative allo scopo e alla durata del tuo soggiorno negli Stati Uniti.

Quali sono i requisiti per il rilascio dell’ESTA?

Per rientrare nel Visa Waiver Program e avere quindi diritto a richiedere l’ESTA, è necessario che:

  1. sia titolare di un passaporto a lettura ottica;
  2. il tuo passaporto sia munito di chip digitale;
  3. non aver visitato l’Iran, l’Iraq, la Libia, lo Yemen, il Sudan o la Somalia dopo il 1° marzo 2011. In questo caso dovrai fare richiesta di regolare visto presso l’Ambasciata Statunitense o presso il Consolato.

Come compilare l’ESTA?

L’ESTA consiste in un modulo che dovrai compilare con le tue generalità, ovvero indicando:

  • nome e cognome;
  • sesso;
  • data, luogo e paese di nascita;
  • numero del passaporto;
  • cittadinanza;
  • data e paese rilascio passaporto;
  • data di scadenza del passaporto.

Ti saranno inoltre poste una serie di domande, alle quali dovrai rispondere indicando, per esempio, se sei già possessore di altri passaporti, sei hai altre cittadinanze e se hai mai fatto parte del programma CBP Global Entry (un programma di accesso agevolato riservato ai viaggiatori frequenti negli Stati Uniti).

Dati familiari e professionali

Dopo aver inserito le tue generalità, ti vengono richiesti alcuni dati che riguardano la tua famiglia, nei quali dovrai indicare:

  • nome e cognome dei tuoi genitori: se sono sconosciuti, potrai indicare “unknown”;
  • la tua professione;
  • il nome del tuo datore di lavoro;
  • anche eventuali recapiti che riguardano i tuoi contatti nel paese di origine.

Informazioni di contatto

Una sezione del modulo ESTA è dedicata alle informazioni di contatto, nelle quali dovrai indicare:

  • il tuo indirizzo e-mail;
  • il tuo numero di telefono;
  • l’indirizzo della tua residenza.

Ti verrà inoltre richiesto di indicare l’indirizzo presso il quale sarai domiciliato, durante il tuo soggiorno negli Stati Uniti. Puoi specificare nome e indirizzo dell’hotel in cui soggiorni oppure di chi ti ospita durante la permanenza statunitense. Se non sei al corrente di questi dati al momento della compilazione dell’ESTA, potrai inserire i dati mancanti in un secondo momento.

Informazioni relative al tuo viaggio

Se il tuo viaggio verso gli USA avviene transitando per un altro paese, dovrai indicarlo. Diversamente, alla specifica domanda potrai rispondere semplicemente con un “no”.

Questionario sullo stato di salute e sulla propria fedina penale

Un’altra sezione riguarda invece la risposta ad alcune domande relative al tuo stato di salute e alla fedina penale, alle quali puoi rispondere semplicemente con un flag sul “si” oppure “no”.

Le domande vertono sul tuo stato di salute fisica o mentale, sull’eventuale abuso di droghe o eventuale tossicodipendenza, sulla presenza di determinate patologie, quali:

  • ulcera
  • gonorrea
  • lebbra
  • granuloma
  • sifilide
  • tubercolosi

Ti verrà richiesto se tu abbia mai subito condanne per reati alle altrui proprietà o individui o alle autorità di governo o se tu abbia mai violato la legge, particolarmente riguardo all’uso o allo spaccio di droghe.

Non sei sicuro di essere ammissibile all’ESTA per il tuo viaggio? Controlla qui i requisiti.

Il questionario prosegue con la richiesta di risposte relative a:

  • le tue intenzioni di far parte di attività terroristiche;
  • precedenti tentativi di frode, al fine di ottenere il permesso per entrare negli Stati Uniti;
  • le tue intenzioni di trovare un impiego negli USA, senza autorizzazione del Governo Statunitense;
  • l’eventuale rifiuto precedente del visto di ingresso negli USA;
  • l’eventuale permanenza negli Stati Uniti, oltre il termine consentito.

Quanto tempo occorre per ricevere l’esito per l’ESTA?

Una volta compilate con attenzione tutte le sezioni relative all’ESTA, il riscontro è abbastanza rapido e potrebbe giungerti da pochi minuti dopo la richiesta fino a circa 72 ore dopo.

Qualora ricevessi un rifiuto, dovrai recarti presso l’Ambasciata o il Consolato Americano per richiedere il visto ufficiale o provare a ripetere la domanda ESTA, non prima di 10 giorni dal rifiuto. In quest’ultimo caso l’ESTA potrebbe esserti rilasciato, solo se al rinnovo della domanda potrai soddisfare i requisiti necessari.

Qual è la durata dell’ESTA?

Una volta ottenuto l’ESTA e completato il tuo viaggio negli Stati Uniti, potresti avere necessità per lavoro o turismo di dover compiere un altro viaggio. Come ci regola in questo caso? È necessario ricompilare nuovamente l’ESTA?

Dal momento della sua emissione, l’ESTA ha una validità di due anni, nel corso dei quali potrai recarti più volte negli Stati Uniti.

La condizione necessaria per riutilizzare la stessa autorizzazione, però, è che tu viaggi con lo stesso passaporto per il quale hai compilato il modulo in precedenza. Qualora il passaporto nel frattempo fosse scaduto e dovessi averne emesso uno nuovo, dovrai allora ripetere la domanda di ESTA e rifare la procedura ex novo.

Non mi sento sicuro nel compilare l’ESTA da solo. Cosa posso fare?

Se non viaggi abitualmente e non hai molta dimestichezza con la compilazione dei moduli o se, in generale, non vuoi commettere errori e rischiare di pregiudicare l’esito della domanda, non devi temere.

Potrai trovare online molti tutorial che ti aiutano nella compilazione, oppure puoi richiedere aiuto all’ente emittente dei tuoi biglietti aerei, o a cui richiedi la prenotazione del soggiorno. In ogni caso, con la dovuta attenzione, non dovresti avere problemi nella compilazione, in quanto si tratta di domande semplici, espresse con chiarezza, in base a un sistema intuitivo di risposte.

Se commetto errori nella compilazione dell’ESTA, la mia domanda verrà rigettata?

Per quanto ci si impegni e si presti la massima cura nella compilazione dei campi del modulo ESTA, l’errore potrebbe comunque capitare. Siamo umani, no?!

C’è da fare una distinzione fra gli errori che comportano l’esclusione dall’ESTA e quelli che invece sono ritenuti meno gravi.

Se commetti uno dei seguenti errori:

  • inserisci i dati errati del tuo passaporto;
  • rispondi in maniera non idonea al questionario che prevede di barrare la casella “si” o “no”;
  • digiti una o più lettere sbagliate del tuo nome e cognome;
  • dichiari di aver visitato dopo il 1° marzo 2011 uno dei Paesi fra i seguenti: Iran, Iraq, Yemen, Sudan, Libia, Somalia; mentre non è così.

In questi casi rischi di ricevere un rifiuto di autorizzazione per l’ingresso negli Stati Uniti. Questo non implica che tu non possa accedervi del tutto, ma si renderà necessario recarsi all’Ambasciata o al Consolato statunitense.

Se invece gli errori di compilazione del modulo consistono nell’aver inserito non correttamente l’indirizzo di residenza negli Stati Uniti, i riferimenti ai propri account social, le informazioni di contatto o relative alla tua occupazione, i recapiti di un contatto di emergenza nel tuo Paese o negli Stati Uniti; non dovrai temere di essere escluso dal programma di autorizzazione al viaggio.

Potrai semplicemente provvedere alla correzione dei dati in un secondo momento e in ogni caso non sarà pregiudicato l’esito dell’ESTA.

Come richiedere l’ESTA per l’ingresso negli Stati Uniti? Una procedura semplice!

Come avrai certamente capito, la compilazione dell’ESTA non è una procedura complessa e si basa di certo su domande le cui risposte tu dovresti conoscere benissimo, in quanto riguardano direttamente te.

Si tratta di domande ordinarie, alle quali è importante rispondere con sincerità. Se hai dubbi o domande, la compilazione dell’ESTA ti offre una serie di guide che chiariscono meglio i dettagli di una corretta risposta.

Per evitare di incorrere in errori e rischiare inutilmente di pregiudicarsi l’ingresso negli Stati Uniti, comunque, cerca di organizzarti per tempo e non ridurti all’ultimo momento per completare il modulo, che invece è un documento importante quanto il passaporto, per poterti recare negli USA.

Se hai dei bambini o delle altre persone che viaggiano con te, sarà necessario compilare una richiesta individuale anche per loro. Tuttavia, puoi mettere in coda la nuova richiesta alla tua, e in maniera contemporanea richiedere l’ESTA per te e per chi viaggia assieme a te.

Vedi anche: Visitare gli usa utilizzando il treno

Pochi semplici clic e la massima concentrazione durante la compilazione dell’ESTA ti permetteranno di accedere senza problemi negli Stati Uniti, senza temere rifiuti della domanda. Ricorda, comunque, che è importante organizzarsi per tempo e giocare d’anticipo, per evitare di incorrere in errori che, con la dovuta calma, potrebbero essere facilmente evitati.