Il famoso ponte Golden Gate di San Francisco

 

Con il suo carattere estroso, San Francisco è una città ricca di luoghi da visitare e offre la possibilità di svolgere attività uniche e interessanti. In questo articolo ti racconteremo qualcosa in più su questa famosa città californiana e sulle attrazioni da non perdere se l’hai scelta come meta per il tuo prossimo viaggio. Vuoi sapere cosa vedere assolutamente a San Francisco? Continuate a leggere per scoprire tutti i nostri consigli.

San Francisco: clima, posizione e quando andare

Il clima

San Francisco è la città più importante dell’omonima baia, affacciandosi sull’Oceano Pacifico e conta circa 7 milioni di abitanti. La Baia di San Francisco conferisce alla città un clima quasi Mediterraneo, caratterizzato da quattro stagioni ben distinte. L’inverno rimane comunque mite nelle temperature nonostante le frequenti piogge, che tendono a diradarsi con l’arrivo della primavera.

Il periodo migliore per visitare la città rimane comunque l’estate. In questo periodo, infatti, le temperature si alzano, superando raramente una massima di 28 gradi, e il clima diventa più secco. Una delle particolarità di San Francisco è sicuramente la leggera nebbia mattutina che caratterizza le giornate estive.

Nel preparare la valigia, fai attenzione all’escursione termica: le temperature in estate possono calare bruscamente di notte e la mattina presto.

Dove si trova San Francisco?

Forse non tutti sanno che la città si sviluppa a cavallo di numerose colline. Infatti, San Francisco sorge tra 50 colli, da cui prendono il nome numerosi quartieri della città. La città e il territorio circostante sono, inoltre, particolarmente soggetti a terremoti e movimenti sismici a causa della vicinanza alla faglia di Sant’Andrea.

Se hai intenzione di visitare la città e spostarti prevalentemente a piedi, preparati dunque ad affrontare frequenti discese e salite. In ogni caso, ti consigliamo di portare con voi delle scarpe comode, tra cui almeno un paio di scarpe chiuse in caso di pioggia o calo della temperatura.

Attrazioni San Francisco: quartieri, ponti e musei da non perdere

San Francisco è considerata una delle capitali culturali degli Stati Uniti. Infatti, stupisce immediatamente la diversità della sua popolazione, che ha sicuramente contribuito a conferirle questa fama.

Basti pensare che, secondo un recente censimento, solo il 55% dei residenti della città parla l’inglese come prima lingua. Quando a casa, il resto della popolazione mantiene la propria lingua natale, come il cinese, lo spagnolo o il russo.

Grazie alla sua ricchezza culturale, San Francisco si caratterizza anche per l’apertura mentale e la tolleranza dei suoi cittadini. Proprio qui, infatti, si svilupparono movimenti come quello dell’opposizione alla Guerra del Vietnam o quello Hippie.

I famosi ponti della città

Vista dall'alto della Golden Gate Bridge
Il ponte Golden Gate 

Golden Gate Bridge

Da quando è stato ultimato, nel 1937, questo ponte è diventato il simbolo della città. All’epoca il ponte sospeso più lungo del mondo, collega l’Oceano Pacifico alla Baia di San Francisco. Il colore arancione è anche chiamato arancione internazionale ed è stato scelto per permettere una maggiore visibilità anche in caso di nebbia.

Il ponte è sempre aperto al pubblico, ed è possibile percorrerlo sia in macchina che a piedi. Se, invece, volete fotografarlo, vi consigliamo di visitare questi punti panoramici:

  • Crissy Field, una delle zone più panoramiche della città;
  • Fort Point;
  • Baker Beach;
  • Golden Gate Outlook, forse quello da cui è possibile ottenere le foto migliori.

Bay Bridge

Considerato il secondo ponte di San Francisco, il Bay Bridge venne ultimato nel 1936 e collega San Francisco e Oakland. Anch’esso un ponte sospeso, questo ponte regala una vista mozzafiato sul territorio circostante e merita di essere fotografato e, perché no, anche visitato.

I quartieri da visitare a San Francisco

Vista del quartiere Financial District di San Francisco

Il Financial District, in centro a San Francisco

Il Distretto Finanziario di SF

Questo quartiere era un tempo il centro finanziario dell’intero stato della California e oggi rimane il cuore pulsante della vita economica dell’intera baia. Non a caso, proprio qui hanno sede le sei aziende Fortune 500 che operano a San Francisco. Se amate lo shopping, gli hotel e i ristoranti di lusso, questo è tra i quartieri San Francisco che fanno per te.

Una volta qui, vi consigliamo di visitare:

  • Union Square, la piazza centrale della città, sede di moltissimi hotel, saloni di bellezza e boutique di lusso. Nei dintorni della piazza potrete trovare anche molti locali in stile Broadway.
  • la Transamerica Pyramid, conosciuta anche come l’Empire State Building di San Francisco, merita senz’altro una visita. Costruito nel 1972, è l’edificio più alto della città, da cui si può ammirare una vista mozzafiato.
  • l’Exploratorium è un museo interattivo di carattere tecnologico-scientifico perfetto per chi viaggia con bambini o è semplicemente amante di questo campo.
  • il Ferry Building, con la sua torre dell’orologio, è uno degli edifici più caratteristici della città. Fermatevi qui per un ottimo pranzo e per godervi la vista del Bay Bridge.

Chinatown: un angolo di Asia in California

In realtà, di Chinatown in città ce ne sono ben quattro, ma quella su Grant Avenue è senz’altro la più caratteristica, nonché la più grande del mondo al di fuori dell’Asia. Formatosi nel 1848, il quartiere si trova vicino al distretto finanziario e si estende oggi per 3,5 chilometri quadrati. Ecco cosa visitare a Chinatown:

  • il tempio Tien Hau, il tempio taoista più antico del quartiere che colpisce per i suoi colori sgargianti;
  • il Dragon Gate di Chinatown San Francisco, situato a cinque minuti da Union Square, è una vera propria porta in stile asiatico che si apre tra Bush Street e Grant Avenue;
  • il Sing Chong, uno degli edifici più caratteristici e antichi di Chinatown, nonché uno dei più fotografati della città;
  • l’Old St. Mary’s Church è la chiesa più antica di tutta la California, costruita nel 1854 appositamente per diffondere il cattolicesimo nel quartiere cinese della città;
  • Portsmouth Square è la piazza principale di Chinatown, spesso teatro di eventi culturali e dimostrazioni. Non è un caso che qui si trovino numerose targhe, statue, e monumenti;
  • Stockton Street è la via dello shopping del quartiere, dove potrete trovare articoli di moda, ma anche frutta, verdura e alimentari.

 Russian Hill San Francisco: le strade più famose di San Francisco

Questo quartiere è senz’altro uno dei più caratteristici di San Francisco, e anche la sua storia non è da meno. Situata sull’omonima collina, poco distante da Chinatown, nell’800 quest’area veniva usata dai mercanti russi in cerca d’oro per seppellire i compagni deceduti in viaggio. Ritrovando qui delle lapidi con incisioni in cirillico, i primi colonizzatori chiamarono il quartiere Russian Hill.

Se passate da Russian Hill, non potete non visitare:

  • Filbert Street, la strada più ripida della città, con una pendenza del 31,5%, è anche una delle più immortalate dai registi che scelgono di filmare a San Francisco;
  • Macondray Lane è una via lastricata molto stretta caratterizzata dalla fitta vegetazione che ricorda quella di una piccola foresta. Il suo aspetto inusuale ha anche influenzato l’immaginazione di scrittori come Armistad Maupin, che nel suo I Racconti di San Francisco ha creato una via immaginaria ispirata proprio a Macondray Lane;
  • Lombard Street è probabilmente uno dei simboli cardine dell’intera città. Sono, infatti, famosissimi gli otto tornanti che si trovano lungo questa strada. Furono proprio i residenti della zona a volere la costruzione di queste curve tortuose per sostituire il ripido lastricato originario. In seguito, i tornanti furono abbelliti con aiuole e fiori.
Vista della Lombard Street a San Francisco
Lombard Street

Nob Hill: il quartiere più snob di San Francisco

Conosciuto come uno dei quartieri più altolocati e ricchi dell’intera città, questo quartiere non è solo sinonimo di lusso e sfarzo. La sua storia è, infatti, davvero interessante. Il nome “Nob” deriva dalla parola “nabob”, termine utilizzato dagli indiani per descrivere gli inglesi arricchitisi grazie alle attività della Compagnia delle Indie.

I primi abitanti del quartiere si insediarono qui durante la corsa all’oro, verso metà dell’Ottocento.

I residenti di quest’area erano effettivamente ricchi e, lamentandosi della pendenza della collina, che arriva anche a 24,8%, decisero di creare la propria compagnia di cable car. In questo modo, furono in grado di spostarsi più agevolmente tra le strade del quartiere.

Ecco le principali attrazioni di questa zona:

  • il Museo di Cable Car San Francisco (o Cable Car Museum) non è un semplice museo dimostrativo, ma ha sede proprio presso la sede centrale di comando del sistema di cable car della città. Ti consigliamo di vistarlo non solo perché si tratta di uno dei simboli della città, ma anche perché questo è l’unico sistema attualmente funzionante di cable car al mondo;
  • la Grace Cathedral è la cattedrale episcopale più grande di tutta la costa ovest degli Stati Uniti. Visitatela per ammirarne l’architettura gotica e gli interni decorati da bellissime vetrate;
  • l’Huntington Park è il polmone verde del quartiere, ottima tappa per respirare un po’ di aria fresca o riposarsi dopo aver camminato per la città;

Visitare San Francisco: altre attrazioni e luoghi di interesse

Oltre ai quartieri caratteristici già elencati, ci sono molti altri luoghi interessanti disseminati per la città e che vale la pena visitare. Dai musei ai monumenti e luoghi storici, San Francisco non cessa mai di stupire.

Ecco quali sono quelli che abbiamo selezionato per voi:

  • il San Francisco Museum of Modern Art, situato nel quartiere Yerba Buena, è perfetto per gli amanti dell’arte moderna. Tra le 30.000 opere pittoriche, fotografiche, video, e di design che sono esposte in questo museo, si trovano anche quelle di Andy Wahrol, Jackson Pollock, Henri Matisse e Paul Klee;
  • la Prigione di Alcatraz, in cui fu detenuto anche Al Capone, è sicuramente uno dei penitenziari più celebri al mondo. Questa prigione fu costruita appositamente nella Baia, su un’isola chiamata The Rock, per minimizzare le possibilità di evasione. Proprio la sua posizione isolata portò alla chiusura del carcere nel 1969, poco più di trent’anni dopo la sua apertura, a causa degli elevati costi di gestione. Oggi, è possibile visitarla tramite i tour guidati che partono ogni giorno dalla costa di San Francisco;
  • la Coit Tower non è solo uno dei punti panoramici della città, ma anche uno dei simboli della cultura di San Francisco. All’interno si trovano infatti murales raffiguranti scende di vita quotidiana e passi degli scritti di Karl Marx, il tutto risalente agli anni successivi alla Grande Depressione;
  • Fisherman’s Wharf era in passato una zona portuale poco raccomandabile. Oggi, invece, si tratta di uno dei luoghi più vitali e visitati della città. I leoni marini che si possono normalmente avvistare al Pier 39 attraggono, infatti, migliaia di turisti. Inoltre, chi viaggia con bambini potrà godersi musei, spettacoli acquatici e altre attrazioni per tutta la famiglia. Gli adulti apprezzeranno sicuramente i numerosi negozi e ristoranti di questa zona;
  • la Muir Woods è una foresta di sequoie giganti che si trova al margine della città, tappa perfetta per gli amanti della natura. Proprio tra gli alberi millenari di questa foresta è stato girato il film hollywoodiano “Il Pianeta delle Scimmie”.
Il Fishermans Wharf di San Francisco

Fishermans Wharf

Macchina, metro, tram o a piedi? Come godersi al meglio la città

Ecco i nostri consigli su come muoversi a San Francisco. Con tutte queste attrazioni da visitare e il territorio collinare decisamente particolare, è importante scegliere bene quale mezzo di trasporto utilizzare quando si visita San Francisco.

  • macchina: vi sconsigliamo caldamente di noleggiare una macchina a San Francisco, a meno che siate interessati ad un viaggio on-the-road nei dintorni della città. Come accennato, il territorio collinare è spesso proibitivo, ed il traffico può risultare difficile da navigare. Se proprio volete spostarvi in macchina, meglio usare Uber;
  • treno e metropolitana: questi mezzi sono comodi e veloci, ma le fermate previste dalla linea potrebbero non essere le più adatte ai turisti;
  • di cable car etram San Francisco ne ha moltissimi. Questi mezzi sono efficientissimi e decisamente indicati per i turisti. I tram della città si fermano in prossimità di tutte le attrazioni principali. Il biglietto è acquistabile direttamente a bordo del mezzo al prezzo di $2.50, mentre i bambini sotto i 5 anni viaggiano gratis. Anche la rete di cable car attraversa luoghi significativi della città, ma il costo della corsa è di $7.
Tram di San Francisco scorrendo per le sue vie

Cable Car – simbolo di San Francisco

Il nostro consiglio è di visitare la città a piedi, se ti è possibile. Proprio così, infatti, riuscirai ad apprezzare appieno l’atmosfera della città e, soprattutto, a visitare tutte le zone ed attrazioni non raggiungibili con i mezzi.

In chiusura: San Francisco un vero must see americano

La città al nord della California offre ai suoi visitatori un mix di attrazioni unico. Dall’effervescenza culturale legata alla adiacente Silicon Valley, a una consolidata scena culturale legata ai suoi teatri, musei, gallerie e permanenze del 68. Da icone come la Golden Gate o i Cable Car, ai quartieri etnici come la Chinatown, San Francisco è una città davvero generosa nelle cose da vedere.

Prima di fare la valigia, controlla di avere un’autorizzazione ESTA valida e anche l’importantissima assicurazione sanitaria per viaggiare negli Stati Uniti. Buon viaggio!