Tutto sulla Green Card: cos’è e come ottenerla

La Green Card, in italiano “Carta Verde”, è un documento che permette di risiedere e lavorare permanentemente negli Stati Uniti. I metodi per ottenerla sono vari e possono talvolta risultare piuttosto complessi.

In questo articolo ti parleremo dunque delle tre principali modalità per ottenere questo ambito documento. Troverai informazioni utili sui requisiti da soddisfare per poterla richiedere e discuteremo, infine, della differenza tra Green Card e cittadinanza americana.

A cosa serve e cos’è la Green Card?

La denominazione ufficiale della famosa Carta Verde è in realtà Permesso di Residenza Permanente, o Permanent Residence Permit. Come suggerisce il nome, si tratta quindi di un documento che consente di immigrare e vivere permanente negli USA. Di conseguenza chi possiede questo documento è in regola per lavorare in America.

I titolari della Green Card ricevono una tessera in plastica riportante tutti i suoi principali dati. Proprio dal caratteristico colore verde della tessera deriva dunque il nome di Carta Verde. Con la residenza permanente si acquisiscono numerosi diritti, oltre a quello di potere risiedere negli USA. I possessori di Green Card possono:

  • servire nelle forze armate statunitensi e in alcune agenzie governative;
  • lavorare per qualsiasi datore di lavoro, fatta eccezione, però, per le agenzie federali americane;
  • essere protetti dalla legge federale, statale e locale degli Stati Uniti;
  • viaggiare liberamente fuori dagli USA per un periodo massimo di un anno;
  • richiedere tramite petizione una Carta Verde per, ad esempio, coniugi e figli;

Essere titolari di residenza permanente comporta, tuttavia, anche alcuni doveri:

  • obbedire a tutte le leggi federali, statali e locali statunitensi;
  • completare la propria dichiarazione dei redditi negli Stati Uniti;
  • registrarsi, infine, al Selective Service System, se uomini tra i 18 e i 25 anni.

Come ottenere la Green Card e vivere negli USA?

Negli Stati Uniti esistono, ad oggi, 13.2 milioni di residenti permanenti, circa il 4% dell’intera popolazione del paese. Il numero di possessori di Green Card rimane, quindi, relativamente basso, e ottenerne una può essere piuttosto complesso.

Green Card degli Stati Uniti
La Green Card americana

Esistono, infatti, solo tre categorie principali, che approfondiremo in seguito, che qualificano a richiedere una Carta Verde:

  • petizione di un familiare;
  • Lotteria Green Card;
  • requisiti legati all’impiego.

Ciascuna di queste categorie prevede, poi, che i richiedenti soddisfino ulteriori requisiti. A variare drasticamente sono anche i tempi di attesa previsti per ottenere il permesso. Se alcune categorie di richiedenti possono ottenere la Carta Verde in 1 anno, altre devono invece aspettarne anche più di 10.

Residenza permanente negli Stati Uniti su base familiare

Avere un parente prossimo cittadino o residente permanentemente negli USA è probabilmente il modo più semplice per immigrare in America. Infatti, tra le 300.000 e le 500.000 persone immigrano ogni anno negli Stati Uniti rientrando in questa categoria.

Non tutti i legami di parentela sono tuttavia uguali. Se alcuni garantiscono quasi automaticamente di ricevere una Green Card, altri hanno un numero limitato. Ecco tutte le categorie familiari che si qualificano per la residenza permanente negli USA.

Categoria

Tempo medio di attesa

Quantità annua di visti

Green Card per matrimonio e parenti prossimi di un cittadino statunitense

dai 6 ai 14 mesiSenza limiti

figli non sposati di età superiore ai 21 anni di un cittadino statunitense

dagli 8 ai 21 anni23.400

coniugi e figli di età inferiore ai 21 anni di un residente permanente

dall’1 ai 2 anni88.000

figli non sposati di età superiore ai 21 anni di un residente permanente

dai 4 ai 6 anni26.300

figli sposati di un cittadino statunitense

dai 10 ai 22 anni23.400

fratelli e sorelle di un cittadino statunitense

dai 13 ai 24 anni65.000

Ricorda che qualora facessi parte di una di queste categorie, non potrai richiedere la residenza permanente da solo. Sarà in ogni caso il tuo parente statunitense o possessore di Carta Verde a dovere iniziare il processo di sponsorizzazione per te.

Green Card Lottery e residenza permanente

Ogni anno, il Dipartimento di Stato USA mette a disposizione 55.000 Carte Verdi tramite una vera e propria lotteria. A regolare l’iniziativa è l’Immigrant and Nationality Act del 1965, il cui scopo è limitare le discriminazioni nell’ammissione dei migranti.

Prima dell’istituzione della lotteria, infatti, le politiche immigratorie statunitensi discriminavano frequentemente contro i migranti non Nord-Europei. Oggi, invece, i cittadini di molti paesi, tra cui l’Italia, possono partecipare una volta all’anno a questa lotteria, con la possibilità di aggiudicarsi una Green Card.

Proprio dallo scopo della lotteria deriva il nome Diversity Visa del visto rilasciato a chi vince. Esistono, però, dei requisiti per potere partecipare e ottenere questo visto.

  • avere completato almeno le scuole superiori (o avere ottenuto un titolo equivalente). È possibile soddisfare questo requisito lavorando due anni in un ruolo che richieda almeno due anni di esperienza;
  • essere cittadini di un paese la cui partecipazione è ammessa. Se tuttavia non si soddisfa questo requisito, è possibile partecipare dichiarando appartenenza al paese del coniuge.

Ogni anno, il governo statunitense esclude dalla possibilità di partecipare alla lotteria i cittadini di alcuni paesi. Si tratta degli stati da cui abbiano migrato più di 50.000 persone verso gli Stati Uniti negli ultimi cinque anni. I seguenti paesi non hanno dunque partecipato all’ultima edizione della Green Card Lottery, chiusa lo scorso ottobre 2019 e valida per il 2021:

  • Bangladesh
  • Brasile
  • Canada
  • Cina
  • Colombia
  • Corea del Sud
  • El Salvador
  • Filippine
  • Guatemala
  • Haiti
  • India
  • Jamaica
  • Messico
  • Nigeria
  • Pakistan
  • Regno Unito (fatta eccezione per l’Irlanda del Nord)
  • Repubblica Dominicana

Appena saranno annunciati i paesi esclusi l’edizione 2022, troverai l’aggiornamento qui in questo articolo.

Come partecipare alla lotteria della Green Card?

È possibile candidarsi alla lotteria ogni anno a partire dai primi di Ottobre fino ai primi di Novembre. Un computer seleziona i vincitori casualmente a Maggio, generalmente verso il quinto giorno del mese. Attenzione a non presentare più di una domanda a persona, poiché le autorità statunitensi invalideranno la tua domanda.

Partecipare è piuttosto semplice, ed è possibile candidarsi attraverso il sito ufficiale della Green Card Lottery gratuitamente seguendo questi passaggi:

  1. raccogli tutti i dati anagrafici necessari prima di iniziare la registrazione: i soliti come nome, luogo e data di nascita, dati dei figli, coniugi ecc.
  2. assicurati di avere una fotografia che rispetti gli standard della DV Lottery: si tratta, generalmente, degli stessi criteri validi per le fotografie per passaporti o visti statunitensi. Il sito richiederà una tua foto e, se pertinente, foto del tuo coniuge e dei tuoi figli;
  3. completa il modulo online: una volta che avrai iniziato a completare il modulo, utilizza spesso il tasto “salva” (“save”). Non è necessario terminare la domanda in una volta sola e ti consigliamo di utilizzare browser come Chrome o Firefox;
  4. appunta il codice che otterrai una volta inoltrata la domanda: inoltrato il modulo, ti verrà assegnato un codice via email, che ti servirà per controllare lo stato della tua domanda;
  5. controlla lo stato della tua candidatura: gli esiti dell’Electronic Diversity Visa Lottery sono generalmente disponibili a partire dal 5 Maggio fino al 30 Settembre.

Dovrai solo inserire il codice che ti è stato assegnato al completamento della domanda nell’apposita sezione del sito ufficiale. Il codice è essenziale, poiché, indipendentemente dall’esito della tua domanda, non sarai notificato via email.

Sono stato selezionato: cosa fare?

Essere selezionati non garantisce in ogni caso l’ottenimento della residenza permanente. Se sei tra i vincitori della lotteria, dovrai:

  1. programmare un colloquio presso il tuo consolato statunitense di competenza. Ti verranno fornite istruzioni precise una volta che avrai controllato lo stato della tua domanda;
  2. sottoporti agli esami medici e gli eventuali vaccini richiesti per l’ottenimento della Green Card;
  3. completare il modulo DS-260;
  4. ottenere, infine, tutti i documenti necessari con traduzione in inglese:
  • copia stampata della conferma dell’appuntamento con il consolato;
  • stampa della pagina di conferma del modulo DS-260;
  • passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data dell’appuntamento;
  • diploma di scuola superiore o prova di esperienza lavorativa sostitutiva;
  • certificato di matrimonio;
  • eventuale annotazione della sentenza di divorzio o separazione;
  • stato di famiglia.
  1. pagare la tassa consolare di $330 e presentati al colloquio.

Una volta che avrai completato il colloquio, l’agente consolare deciderà se concederti una Carta Verde. Nel caso arrivi una risposta positiva, da questo momento avrai il permesso di vivere negli Stati Uniti.

Residenza permanente con visto E2 e altri visti lavorativi

Un’ulteriore opzione per migrare negli Stati Uniti è qualificarsi sulla base del proprio impiego. Si tratta di un’opzione che interessa lavoratori stranieri specializzati che, nella maggior parte dei casi, risiedono già temporaneamente negli USA. Ecco allora quali categorie possono ottenere la residenza permanente su base lavorativa:

Lavoratori stranieri con priorità (Visti E1)

Sono disponibili circa 41.500 visti all’anno per questi lavoratori. I tempi di attesa per ottenere questo visto vanno dai 18 mesi ai 4 anni. In questa categoria rientrano poi tre sottogruppi:

  • stranieri con abilità considerate “straordinarie” nel campo artistico, scientifico, accademico, commerciale o sportivo;
  • ricercatori e professori stranieri con competenze riconosciute a livello internazionale ed esperienza di almeno tre anni;
  • manager ed esecutivi stranieri che ottengono un trasferimento intra-aziendale verso gli Stati Uniti.

Professionisti con titolo di studio avanzato o con abilità considerate “eccezionali” (Visti E2).

Questo visto lavoro USA per italiani e altri stranieri non è però sempre disponibile. Negli anni in cui le autorità statunitensi decidono di concederlo, la quota annuale è di circa 41.500 visti.

  • professionisti e lavoratori qualificati (Visti E3). La prima categoria include tutti coloro la cui professione richieda al minimo una laurea triennale. La seconda, invece, si rivolge a chi svolge una professione che richiede almeno 2 anni di esperienza o praticantato. Ancora una volta, il numero massimo annuo di visti, che non sono sempre disponibili, è di 41.500;
  • ministri, lavoratori religiosi, ex impiegati di agenzie governative statunitensi (Visti E4). Le autorità statunitensi dedicano poco più di 10.000 visti all’anno a questa categoria;
  • investitori (Visti E5). Per rientrare in questo gruppo è quindi necessario investire almeno $900.000 in aree rurali statunitensi, creando almeno 10 posizioni lavorative. In alternativa, è necessario investire almeno $1,8 milioni.

Residenza permanente e cittadinanza americana

Fai attenzione a non confondere la residenza permanente con la cittadinanza statunitense. Ottenere la prima non garantisce, infatti, automaticamente accesso alla seconda. Vediamo cosa differenzia una Carta Verde dalla cittadinanza americana.

  • al contrario della cittadinanza la residenza permanente non consente l’accesso al voto e alle cariche pubbliche;
  • la residenza permanente può essere revocata, mentre è molto raro perdere la cittadinanza statunitense. Essere condannati per crimini gravi o passare oltre 12 mesi all’estero può portare alla perdita della residenza permanente.

Come ottenere la cittadinanza americana?

Cerimonia ricevimento cittadinanza americana
Cerimonia di conferimento della cittadinanza americana

Nonostante queste differenze, uno straniero deve necessariamente essere residente permanente per potere essere naturalizzato. Ecco come ottenere la cittadinanza americana:

  • avere compiuto almeno 18 anni;
  • essere residente permanente da almeno 5 anni. Questo requisito è di 3 anni per i coniugi di cittadini statunitensi;
  • dimostrare di essere stati residenti negli Stati Uniti per i 5 anni precedenti alla domanda di naturalizzazione;
  • dimostrare di avere abitato fisicamente negli Stati Uniti per almeno 30 mesi di questi 5 anni;
  • avere vissuto per almeno 3 mesi nello stato federale in cui si fa domanda;
  • essere in grado di parlare, leggere e scrivere in inglese a un livello base;
  • comprendere la storia e i principi civici degli Stati Uniti;
  • dimostrare una vicinanza ai principi e agli ideali della Costituzione Americana.

Una volta soddisfatti questi requisiti, per ottenere la cittadinanza americana dovrai:

  • superare un test di lingua inglese e un test civico sulla storia e la cultura degli Stati Uniti;
  • presentarti a colloquio con un ufficiale statunitense;
  • infine, giurare fedeltà agli Stati Uniti durante una cerimonia pubblica.

Considerazioni finali: con la Green Card è possibile trasferirsi negli USA?

La residenza permanente, o Carta Verde, è l’unico visto americano che consente di vivere e lavorare senza limitazioni negli USA. Come abbiamo visto, però, ottenerla è tutt’altro che semplice, e per poterla richiedere è necessario appartenere a categorie ben definite.

Il modo più semplice per vivere permanente in America è probabilmente avere parenti prossimi residenti permanenti o cittadini statunitensi. In ogni caso, i tempi di attesa per le Green Card su base familiare possono essere anche molto estesi.

Immigrare su base lavorativa può essere ancora più complesso, dato che le caratteristiche richieste sono parecchio specifiche.

Chi non è un professionista affermato o non ha parenti negli USA può partecipare al concorso Green Card. Questa è, probabilmente, la soluzione che offre ai più le maggiori possibilità di trasferirsi permanentemente negli USA.

 

Torna alla home page.

Dubbi sull’ESTA? Leggi la nostra sezione delle FAQ.

Potrebbe interessarti: come ottenere il visto per gli USA? Clicca sul link e scoprilo!