Quando si pensa di partire per un lungo viaggio con bambini, iniziano le domande. Ci si interroga su come fare l’ESTA per minorenni, ci si chiede se sarà il viaggio adatto a loro, se si divertiranno. Poi dobbiamo cercare quelli che sono gli itinerari per viaggiare negli Stati Uniti con bambini e molto altro ancora.

Questo perché si è creduto per anni che i viaggi a lungo raggio, magari oltreoceano, non siano adatti alle famiglie che viaggiano con bambini. Si tratta di un’idea falsa, seppure abbastanza diffusa, e in quanto tale deve essere demolita.

Viaggiare con i bimbi è possibile ed è anzi necessario perché solo così si può mostrare loro il mondo, facendoli crescere con la voglia di scoprire e di venire in contatto con altre culture e altre tradizioni.

Un viaggio è sì divertimento e relax, ma può diventare anche uno spunto di riflessione che può arricchire da un punto di vista culturale e che, quindi, può far crescere meglio i bambini. Questi ultimi faranno delle esperienze uniche viaggiando, che diventeranno poi i ricordi di un’infanzia felice e da raccontare.

Tutti i documenti necessari per viaggiare con minorenni negli USA

Il primo aspetto che si deve prendere in considerazione è meramente pratico. Bisogna, infatti, iniziare a capire quelli che sono i documenti per viaggiare negli Stati Uniti con famiglia al seguito.

L’ESTA per famiglia è un documento necessario nel caso in cui si decida di partire assieme ai propri familiari. Prima di entrare nel dettaglio e approfondire il discorso, è utile fare un passo indietro e capire cos’è l’ESTA e perché questo documento sia così importante per chi viaggia negli States.

Cos’è l’ESTA?

Quando parliamo di ESTA intendiamo un visto obbligatorio che serve per poter accedere negli Stati Uniti. Senza di esso è impossibile farlo e si rischia di non potersi neppure imbarcare su un aereo per raggiungere la destinazione e dare il via al viaggio dei propri sogni.

Oggi come oggi, è possibile andare a compilare direttamente il visto direttamente online, così come viene richiesto dalle autorità americane, che hanno l’obbligo di controllare tutti coloro i quali mettono piede sul territorio statunitense. Naturalmente, anche se è possibile inoltrare la domanda online, si deve sempre ricordare che all’arrivo negli States dei funzionari in carne e ossa controlleranno che tutto sia in regola e che non ci sia nulla di strano. In caso contrario, si potrebbe rischiare grosso: si parla di sanzioni amministrative anche salate e della possibilità di dover tornare indietro senza poter visitare gli Stati Uniti.

Come procedere con l’ESTA per minorenni?

Dato che si tratta di una documentazione obbligatoria, è bene ricordare che sarà necessario effettuare la domanda per ricevere l’ESTA per tempo, altrimenti si rischia di essere bloccati al controllo immigrazione e di far saltare un viaggio che, magari, era stato organizzato da tempo.

Dopo aver compilato tutti i campi richiesti, il sistema andrà a generare una risposta. In caso di domanda approvata si avrà l’autorizzazione a viaggiare su territorio statunitense, mentre negli altri casi si deve prestare attenzione.

Può succedere, infatti, che il sistema generi la risposta viaggio non autorizzato. In questo caso, la paura si può impossessare del viaggiatore. Non si deve temere, perché ci si dovrà recare fisicamente in un consolato o in una ambasciata degli Stati Uniti d’America per provare a ottenere un visto cartaceo. Non è detto che se non si riesce a ottenere l’ESTA online il permesso venga negato anche una volta che si è in ambasciata.

Infine, il sistema può segnalare autorizzazione in sospeso. Le autorità, quindi, si riservano il diritto di fare ulteriori controlli prima di approvare o negare la possibilità di viaggiare negli USA.

Come si nota, i casi sono tanti ed è per questo motivo che si consiglia di muoversi con il dovuto anticipo, soprattutto se si viaggia in famiglia e si deve chiedere un permesso per tutti i membri che partiranno per il viaggio. La durata dell’ESTA è di 2 anni. Ma è il caso di fare attenzione perché, se nel corso dei 24 mesi di validità si rinnova il passaporto il documento deve essere chiesto nuovamente, partendo da zero.

Quindi si intuisce che l’ESTA deve essere accompagnato dal passaporto, anch’esso un documento fondamentale quando si deve partire alla volta degli Stati Uniti. Senza questa documentazione non sarà possibile mettere piede su suolo americano.

Itinerari per famiglie negli Stati Uniti d’America

Dopo aver capito quali sono i documenti da richiedere per fare un viaggio oltreoceano con la famiglia, può essere utile anche qualche spunto su itinerari per famiglie negli USA.

Dove andare, cosa fare e come divertirsi se ci sono bambini? Va da sé che nelle grandi città di certo non ci si annoia, dato che queste sono sempre all’altezza delle aspettative sia dei grandi che dei più piccoli. Bisogna solo saper organizzare un itinerario in grado di soddisfare le necessità di tutta la famiglia.

Senza dubbio, una delle località più gettonate se si viaggia con bambini è Orlando. La città della Florida è famosa soprattutto per essere la patria del Walt Disney World Resort. Ma non solo. Qui ci sono anche Legoland, il SeaWorld Resort e, ancora, gli Universal Studios e tanto altro ancora. Le attrazioni in questione faranno impazzire i bimbi, ma anche per i genitori il divertimento è assicurato.

Spostandosi in California, impossibile non pensare a Los Angeles come città da visitare con i più piccoli. Anche qui tante attrazioni targate Disney, ma anche musei delle scienze e vari tipi di divertimento per grandi e piccini. Anche San Francisco è pensata per le famiglie. Qui, ad esempio, è possibile visitare il famoso acquario del Pier 39, che prevede tantissime attività da fare con i più piccoli.

Naturalmente, anche New York può essere una meta perfetta per le famiglie. La città più cosmopolita del mondo offre tantissime opportunità da cogliere al volo per vivere un’esperienza particolare con i propri bambini.

Hotel per bambini USA

Se si sogna un viaggio negli Stati Uniti, si deve iniziare a pensare a organizzare il tutto con largo anticipo. Questo sia perché sarà possibile avere degli sconti per voli prenotati con un largo anticipo, sia perché sarà possibile scegliere le migliori strutture in cui alloggiare.

Per vivere al meglio questa splendida esperienza, quindi, sarà il caso di andare alla ricerca di hotel per bambini negli USA che siano attrezzati per garantire alle famiglie il massimo del comfort possibile. Verosimilmente i più piccoli avranno dei problemi di jet lag. Pertanto, si dovrà scegliere una soluzione in cui alloggiare comoda e in grado di far superare anche i piccoli momenti di difficoltà che possono esserci in un viaggio di questo tipo.

Dunque ci si dovrà accertare della presenza di culle, fasciatoi ove necessari e di tutti quei piccoli comfort che rendono perfetta la vita di una famiglia in viaggio. Il discorso vale tanto per gli hotel che per gli eventuali appartamenti da affittare per i propri soggiorni negli States. In questi casi, infatti, molte famiglie preferiscono scegliere delle case per avere più spazio e tutta la privacy necessaria.

Consigli per il viaggio negli USA con minorenni

Altro consiglio che risulta sempre essere molto utile è quello di scegliere con cura il proprio itinerario. Le attrazioni per bambini negli USA sono tantissime, tutte diverse l’una dall’altra e, soprattutto, sono tutte da scoprire. Nonostante ciò, però, è necessario sempre tenere in conto quelli che sono i gusti dei bimbi e, soprattutto, si deve capire cosa ci si aspetta da un viaggio di questo tipo, così lontano da casa e dalla vita di tutti i giorni.

Infine, è utile affrontare anche un discorso che fa molto discutere, ossia quello del cibo in viaggio. Quando pensiamo agli Stati Uniti, viene spontaneo il riferimento soprattutto a snack ipercalorici, hamburger, patatine e cibo da fast food. Naturalmente non si mangia solo questo e anche se ci sono dei bambini è possibile avere un’alimentazione sana, varia ed equilibrata: basta volerlo e selezionare i ristoranti più idonei per quelle che sono le esigenze della propria famiglia. Qualche volta, però, ci si può anche concedere qualche sgarro, facendo provare ai bimbi i sapori della cucina statunitense: anche questa è un’esperienza che farà ricordare il viaggio con piacere.

Gli Stati Uniti sono kids friendly ed è per questo che si deve preparare subito l’ESTA per minorenni e si deve incominciare a pianificare nei minimi dettagli il proprio viaggio. I più piccoli non potranno che ringraziare i genitori per aver dato loro una possibilità così grande.

Per sapere tutto sui documenti necessari prima della partenza si può cliccare qui e ricevere tutte le informazioni necessarie affinché nulla sia lasciato al caso. Gli Stati Uniti aspettano solo di accogliere a braccia aperte tutte le famiglie in partenza, non resta che fare la valigia. Una cosa è certa: dopo questo viaggio non si tornerà più come prima, ma carichi di esperienze e di ricordi.