ESTA USA > Capitol Building a Washington DC

Quali sono i requisiti per richiedere l’ESTA?

I requisiti per richiedere l’autorizzazione ESTA sono numerosi ma molto semplici:

  • il paese di cittadinanza deve partecipare al Visa Waiver Program (VWP);
  • si deve possedere un passaporto elettronico valido per il programma VWP;
  • si deve avere un biglietto aereo di andata e ritorno;
  • la permanenza negli Stati Uniti non può superare i 90 giorni;
  • si deve viaggiare con un vettore che sia riconosciuto dal VWP;
  • dato che la richiesta dell’ESTA ha un costo, si deve possedere una carta di credito Visa, MasterCard, Discover o American Express, oppure una carta di debito Visa e MasterCard. Anche Paypal è accettato;
  • si deve avere un indirizzo email valido.

Quali sono i requisiti di idoneità per l’ammissione nel VWP?

Tieni presente che ai requisiti per fare domanda appena descritti, si aggiungono anche i requisiti sull’eleggibilità del richiedente a viaggiare nell’ambito del VWP stesso.

Questi requisiti corrispondono alle domande che prevedono come risposta un “sì” oppure un “no”, all’interno del modulo per la richiesta online dell’ESTA.

Queste domande sono finalizzate a raccogliere le seguenti informazioni:

  1. Se si hanno disturbi fisici o mentali, se siete dipendenti da droghe, oppure se avete una malattia infettiva che potrebbe costituire un pericolo per la salute dei cittadini degli Stati Uniti. Da notare che l’HIV è stata rimossa di recente dalla lista delle malattie infettive.
  2. Se siete mai stati arrestati per un crimine grave verso altre persone o verso la proprietà.
  3. Se avete violato leggi riguardo il possesso o spaccio di droghe.
  4. Se avete attuato o avete intenzione di attuare attività terroristica.
  5. Se avete commesso frodi, in particolare con lo scopo di essere ammessi negli Stati Uniti.
  6. Se avete intenzione di cercare un impiego negli Stati Uniti.
  7. Se in passato vi è stato negato un visto per gli Stati Uniti.
  8. Se avete soggiornato negli Stati Uniti oltre il termine previsto in un vostro viaggio precedente.
  9. Se siete cittadini di o vi siete recati in Iraq, Siria, Iran, Sudan, Libia, Somalia o Yemen dal 1° marzo 2011 (incluso).

La risposta affermativa ad una di queste domande potrebbe compromettere il rilascio della vostra autorizzazione di viaggio ESTA.

Inoltre, se non hai i requisiti di eleggibilità rispondendo “no” a almeno una di queste domande e, per ottenere l’autorizzazione di viaggio ESTA, rispondi diversamente, è bene sapere che questo atto costituisce una frode. Quindi il U.S. Customs and Border Protection, una volta sbarcati negli USA, potrebbe rispingerti indietro e negarti una nuova possibilità di ingresso nel paese per 5 anni di fila. Perciò consigliamo massima correttezza e serietà nel rispondere a queste domande.

Se hai un dubbio riguardo una di queste domande consigliamo di rivolgervi a un legale specializzato, o eventualmente presso ambasciata o consolato di riferimento per ottenere chiarimenti sul tuo caso.

Questo video curato dal nostro team ti spiega il tutto in modo perfetto, clicca e guardalo ora:

Requisiti per richiedere l'ESTA Esempio 1: Carla

Carla ha la nazionalità italiana, ed è in partenza con amici per gli USA. Sa di dover ottenere un’ESTA ma ha dei dubbi se il suo passaporto sia o meno elettronico, quindi idoneo al Visa Waiver Program o Programma di Viaggio Senza Visto.

Il suo compagno di viaggio Luca le ha spiegato che i simboli “>>>” con numeri e lettere in fondo alla pagina con i dati personali sono il codice per la lettura ottica. Carla si è quindi rasserenata, ha richiesto online la sua ESTA ed è partita per gli USA.

Quali requisiti per richiedere l'ESTA Esempio 2: Matthew

Matthew ha passaporto britannico e si trova in Messico. È lì in viaggio di lavoro con il suo capo. Dovranno recarsi in Texas, ad Austin e lo faranno con un volo privato. Anche se il piano di volo sarà senza dubbio accettato dalle autorità americane, Matthew non potrà utilizzare un’ESTA per il suo viaggio, bensì richiedere un visto presso l’ambasciata USA. Il volo privato infatti è trattato come fosse un vettore sconosciuto alle autorità americane, e quindi non soddisfa i requisiti del programma di viaggio senza visto.