Applicazione autorizzazione ESTA

Cosa é l’ESTA ed il Visa Waiver Program

ESTA, acronimo di Electronic System for Travel Authorization (Sistema Elettronico di autorizzazione al Viaggio) è un sistema automatizzato che determina l’ammissibilità dei viaggiatori a recarsi negli Stati Uniti. Solo i viaggiatori dei paesi che possono beneficiare del programma di viaggio senza visto (Visa Waiver Program), possono usufruire di questo sistema. Tutti i viaggiatori hanno bisogno di questa autorizzazione di viaggio prima di imbarcarsi verso gli Stati Uniti.

Esta quindi è un sistema che attraverso internet permette di richiedere e ricevere un permesso preventivo al viaggio verso gli USA. Posto in vigore dal Governo degli Stati Uniti, lo scopo di questo sistema è quello di effettuare un primo screening dei passeggeri prima di concedere il diritto ad entrare negli Stati Uniti.

ESTA è diventato obbligatorio il 12 gennaio 2009 per rafforzare la sicurezza nazionale USA. I viaggiatori provenienti da paesi che prima erano i beneficiari del progamma di viaggio senza visto (Visa Waiver Program), sono ora tenuti a possedere un’autorizzazione elettronica di viaggio prima dello stesso viaggio negli Stati Uniti.

Al fine di essere autorizzato a recarsi negli Stati Uniti è importante ricordare che tutti i viaggiatori devono possedere un passaporto valido che possa essere letto da speciali macchine di tipo elettronico (lettura ottica del passaporto). Il processo di richiesta dell’ ESTA è disponibile solo attraverso Internet ed è il Department of Homeland Security che gestisce tale sistema.

L’autorizzazione ESTA è valida per un periodo di due anni, o fino a quando il passaporto non sia scaduto, seconda quale delle due condizioni si verifichi prima.

Le disposizioni legali sui visti degli Stati Uniti d’America riguardano i titoli che uno straniero che desideri entrare negli US (sia in qualità di meta finale, sia per il transito) deve rispettare per l’ottenimento di un visto, ovvero una licenza per viaggiare in direzione, entrare o fare soggiorno negli Stati Uniti d’America per un periodo di tempo specifico.

Gli individui diretti verso gli Stati Uniti d’America devono fare richiesta di un visto a una delle missioni diplomatiche degli US (Ambasciate o Uffici Consolari) con l’eccezione che non siano cittadini dei paesi per cui il visto non è obbligatorio (v. infra) o cittadini dei paesi membri del Visa Waiver Program, il “programma di esenzione del visto” stipulato nel 1986 in cooperazione con 38 paesi dal reddito pro capite alto, e selezionati dagli stessi US, tra i quali rientra anche l’Italia.

La medesima regola vale anche per Puerto Rico e le Isole Vergini degli Stati Uniti (diverse dalle isole vergini britanniche) mentre criteri diversi vengono adottati per il gruppo delle isole Samoa, l’isola di Guam e le Marianne Settentrionali.

Un cittadino straniero che voglia andare negli Stati Uniti , in Puerto Rico o nelle Isole Vergini degli Stati Uniti d’America deve disporre di un visto salvo che valga una delle seguenti condizioni. 1) Sia in possesso di un permesso di residenza permanente degli US. 2) sia un cittadino di uno stato del “Compact of Free Association” (Stati Federati della Micronesia, le Isole Marshall e Palau); 3) sia un cittadino canadese; 4) sia un cittadino dei territori britannici d’oltremare vicini a Le Bermuda; 5) sia un cittadino delle Bahamas o dei territori britannici d’oltremare vicini alle isole vergini, le isole Cayman o Turks e Caicos, sotto certe condizioni; 6) sia cittadino di uno dei 38 paesi che rientrano nel Visa Waiver Program (“programma di esenzione del visto”); 7) sia in possesso di un modulo i-512 (rivolto ad alcune categorie di individui stranieri, come per esempio coloro che richiedono asilo, i rifugiati, residenti che devono rientrare negli USA per perfezionare il loro stato legale, etc.)